Sofia Goggia, Tessa Worley, Lara Gut. Il podio del gigante femminile a Maribor (@Zoom agence)

Cinque podi consecutivi in gigante, tre vittorie in sei gare nella disciplina, pettorale rosso saldissimo di leader della specialità, terzo posto in classifica generale. Ci ha messo tre anni e mezzo a tornare ad alti livelli, Tessa Worley, è vero, ma adesso non si ferma più. La francese rimonta dal terzo posto della prima manche a Maribor, costruendo il suo successo in gigante nel tratto finale della Pohorje 2. Undicesimo trionfo in Coppa per lei, sempre tra le porte larghe. Seconda, splendida, Sofia Goggia, che reagisce alla grande dopo le quattro uscite consecutive tra gigante, superG e slalom, e sfiora la vittoria per soli 16 centesimi. Altro podio, il settimo stagionale per lei, eguagliata Isolde Kostner nell’annata 2000-2001: solo la stessa Isi (8 podi nel 1996-1997) e Deborah Compagnoni (nove anche lei nel 1996-1997) hanno saputo fare meglio in una singola annata. Straordinaria, ricordando sempre che ha subito quattro interventi alle ginocchia a soli 24 anni. Terza una grande Lara Gut, in rimonta di una posizione anche lei, e quarta Shiffrin, al comando a metà gara. Per l’Italia femminile (10 podi in 17 gare finora, un super ruolino di marcia) anche il settimo posto di Manuela Moelgg. Goggia entra tra le migliori sette della specialità nella start list (resiste Marta Bassino, out nella seconda run a Maribor), dalle quali esce purtroppo Federica Brignone, fuori nella prima manche oggi.

SPETTACOLO – Sulla Pohorje 2, con neve dura, barrata, e una seconda manche più regolare, va in scena davvero un bello spettacolo, anche perché il livello del gigante femminile è sicuramente alto. Tante atlete possono inserirsi lì davanti o sciare comunque bene. Goggia, Worley e Gut, soprattutto, hanno regalato grandi emozioni oggi, anche grazie ai distacchi contenuti, e il dominio di Shiffrin visto a Semmering non è in realtà così scontato tra le porte larghe. Mikaela si perde un po’ in una seconda run più da gigantiste pure, dove invece si esaltano le tre atlete citate. Worley è perfetta dal muro fino al traguardo e vince comunque con merito in 2’16”96, con il miglior tempo di manche. Sarà la donna da battere ai Mondiali di St. Moritz, anche se la disciplina si presta a diversi scenari. Goggia ancora una volta non è perfetta in nessuna delle due manche, ma sa “buttare” giù le punte sul ripido come poche altre, con la sua sciata potente, ed è sempre in grado di gettare il cuore oltre l’ostacolo comunque vada, dimenticandosi (o infischiandosi) delle ultime uscite. Il settimo podio stagionale, terzo in gigante, la conferma tra le migliori al mondo e dimostra che la “testa” è quella da campionessa. Brava a confermare il risultato della prima manche. La vittoria arriverà. E bene pure Lara Gut, in rimonta nella seconda run e capace di rosicchiare punti importanti (soprattutto per il morale) a Shiffrin, in attesa delle “sue” prove veloci.

Lara Gut
Lara Gut

Quinta Rebensburg, sesta un’ottima Mowinckel, confermatasi dopo il quarto posto di Semmering2 e con il secondo tempo di manche per un solo centesimo. Settima Manuela Moelgg, ancora nelle dieci per il terzo gigante consecutivo anche se ha perso due posizioni dopo metà gara. Ottava Drev, sempre piazzata per ora, ma costante, nona Gagnon, decima Frasse-Sombet, al miglior risultato in carriera.

worley-festa

LE ALTRE – Undicesima al rientro Sara Hector, 14esima, bravissima, Stuhec, mai così avanti in gigante; punti importanti per Lysdahl, Grenier, Kopp e Resch, austriaca, per la prima volta nelle 30 in Coppa alla sesta gara. Le altre azzurre: dodicesima una buona Francesca Marsaglia, 13esima Nadia Fanchini, in crescita nella specialità (risultato che fa ben sperare per le prove veloci di Altenmarkt-Zauchensee, Garmisch-Partenkirchen e Cortina), quindicesima Elena Curtoni in rimonta dalla 19esima posizione; fuori nella seconda manche Truppe, ingenuamente Veith e purtroppo la nostra Marta Bassino.

Sofia Goggia verso il podio a #Maribor (@Pentaphoto)
Sofia Goggia verso il podio a #Maribor (@Pentaphoto)

CLASSIFICHE E CALENDARIO – In classifica generale Gut rosicchia 10 punti a Shiffrin, mentre Worley domina con 500 punti sui 600 disponibili nella graduatoria di specialità. Domani, domenica 8 gennaio 2017, slalom, il numero sei della stagione, con manche sempre alle 9.15 e 12.15. Diretta su RaiSport1 ed Eurosport1.

Sofia Goggia, Tessa Worley, Lara Gut sul podio a Maribor (@Zoom agence)
Sofia Goggia, Tessa Worley, Lara Gut sul podio a Maribor (@Zoom agence)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.