Livio Magoni: «Stiamo lavorando tutti al massimo per ottenere risultato»

Archiviate le prove veloci e la Combinata Alpina, senza medaglie in casa Italia, quanto meno con un’azzurra nelle dieci in ogni gara, è tempo di pensare a gigante e slalom. La prima di queste due prove è prevista giovedì 12 febbraio, la seconda sabato 14, con manche alle 18 e 22.15 orario italiano. Per la squadra di Livio Magoni, in pista Federica Brignone, Nadia Fanchini, Manuela Moelgg e Marta Bassino in un caso, e Chiara Costazza, Moelgg e Brignone nell’altro (probabilmente non verrà schierata una quarta atleta tra i ‘rapid gates’). 

CONDIZIONE – Come stanno slalomiste e gigantiste, arrivate qualche giorno fa in Colorado? Ce lo dice lo stesso responsabile del Team, Livio Magoni: «Dopo l’arrivo a Beaver Creek abbiamo fatto un po’ di campo libero, giusto per ‘sgranchire le gambe’. Il 7 febbraio primo allenamento ‘vero’: parallelo per Costazza, mentre Fanchini, Brignone e Moelgg hanno lavorato in gigante, sciando sulla ‘Golden Peak’ di Vail, pista perfetta con ottime condizioni». 

PROGRAMMA – «Naturalmente poche prove – ci dice ancora Livio – per non affaticarsi troppo vista l’altitudine, ma sto chiedendo tanta concentrazione già dalla ricognizione e tantissima intensità che a noi manca, Nadia Fanchini a parte, visto che non facciamo gare da tanto tempo mentre molte delle atlete che andremo ad affrontare si sono cimentate già in alcune discipline in questi Mondiali. Domenica 8 altro allenamento sempre a Vail, lunedì riposo per recuperare bene e da oggi iniziamo l’avvicinamento alla gara di gigante, mentre Costazza sarà in pista nel Team Event». 

BIRDS OF PREY – «Testeremo la Birds of Prey oggi – conclude Magoni – allenandoci in gigante con le quattro atlete in gara, Brignone, Bassino, Moelgg e Nadia Fanchini. Stanno tutte bene, gli skiman stanno scegliendo e adattando il materiale in base alla situazione. Tutto lo staff sta lavorando con l’atteggiamento e la concentrazione giusta per fare risultato».