Slovena strafavorita. Per l'Italia Curtoni, Marsaglia, Schnarf, E. Fanchini

Prosegue la corsa di Tina Maze al record di medaglie per le donne in una singola manifestazione iridata. Cinque su cinque, di qualsiasi colore? Non è impossibile (ori in tutte le discipline, invece, li ha già vinti Anja Paerson). Dopo l’argento in superG e l’oro in discesa, oggi è il giorno della Combinata Alpina (manche di libera più una di slalom, si sommano i tempi, vince ovviamente il più basso in totale). Discesa libera sulla ‘Raptor’ dalle 18 ora italiana, slalom sulla ‘Kestrel’ (dove fecero il superG tre anni fa) alle 22.15. 

GARA – Non ci sono riferimenti in stagione, visto che l’unica gara nella disciplina in Coppa del Mondo si disputerà a Bansko, dopo i Mondiali. Ma il curriculum delle atlete e soprattutto la forma attuale parlano chiaro: nessuna è in grado di vincere sia in discesa che in slalom, oggi, tranne Tina Maze, che in carriera vanta cinque podi in Coppa nella specialità (tre vittorie e due secondi posti) e due argenti iridati, a Garmisch-Partenkirchen (dietro Anna Fenninger) e Schladming 2013 (dietro Maria Hoefl-Riesch). Quindi, slovena nettamente favorita per l’oro. Ci verrebbe da scrivere che lo può perdere solo lei, ma siccome il passato (basti pensare ad Albertville ’92, tra i maschi…) è ricco di sorprese clamorose proprio nella specialità, diremmo che Tina deve solo non commettere l’errore di sentirsi troppo sicura. Per il resto, non vediamo chi possa batterla.

MEDAGLIE – Anche il secondo posto sembra abbastanza scontato: Nicole Hosp quest’anno ha vinto in Coppa in slalom (ad Aspen) ed è tranquillamente in grado di entrare nelle 10 in discesa. Oltretutto, è la vicecampionessa olimpica in carica. Dietro Maze e Hosp, la lotta è aperta: ci sono Gagnon (che vinto in Coppa lo scorso anno nella disciplina), Mancuso (bronzo olimpico in carica), Zettel (oro iridato nel 2009), Kirchgasser (sul podio in Coppa del Mondo), senza dimenticare Lindsey Vonn, che non si allenava in slalom da tre anni, ma che nella discplina vanta 12 podi in Coppa con cinque vittorie. In più, attenzione a Gut e Fenninger, per due motivi: primo, saranno molto avanti dopo la discesa, e quindi ‘gasate’; secondo, vantano entrambe medaglie iridate in combinata, Anna addirittura d’oro a Garmisch-Partenkirchen 2011, con il 4° tempo assoluto in slalom (ma allora si allenava ancora nella disciplina). 

AZZURREElena Curtoni è forse la nostra carta più importante nella specialità, ma con il superG al posto della discesa avrebbe avuto decisamente più chance: in carriera vanta un sesto posto in Coppa del Mondo, a Meribel, sa sciare bene in slalom (bisogna però vedere quanto si è allenata nella specialità), ma per ambire a una medaglia dovrà compiere un miracolo in discesa e… sperare in qualche errore delle big in slalom. Difficile, molto difficile. Discorso pressoché identico per Francesca Marsaglia, buona slalomista che se non fosse uscita a Sochi proprio tra ‘ rapid gates’ si sarebbe piazzata probabilmente quinta, nella specialità. Johanna Schnarf è stata la nostra miglior combinatista per anni, nelle dieci a Mondiali e Olimpiadi, ma, al rientro dopo due stagioni perse, praticamente, non avrà lavorato troppo nella disciplina, immaginiamo. Elena Fanchini, infine, vanta un undicesimo posto, a Skt. Moritz, come ‘best’ nella specialità. Morale: possibile un ingresso nelle dieci, magari anche per due azzurre, difficile sperare in qualche cosa di più. Servirebbe un ‘aiuto’ pesante da parte di alcune favorite. 

ORARI E TV – Manche di discesa alle 18, di slalom alle 22.15. Diretta TV su RaiSport2 ed Eurosport1, con collegamenti e studi 15′-20′ prima del via in entrambi i casi.