È tempo di rimettere gli sci ai piedi. Sul ghiacciaio dello Stelvio, a oltre tremila metri di quota, scatta la nuova stagione dei campioni azzurri. Da lunedì 24 fino a venerdì 28 luglio, il gruppo dei velocisti e la squadra femminile di Coppa del Mondo sono stati impegnati nel primo raduno in pista sulle nevi tra la Valtellina e l’Alto Adige. Il marchio italiano UYN – al fianco della Nazionale per il secondo anno consecutivo con il suo intimo e le sue calze high-tech – ha seguito gli atleti durante gli allenamenti per raccogliere le loro impressioni e vivere insieme la preparazione di un’annata che si preannuncia emozionante. Al Passo dello Stelvio erano presenti le stelle Sofia Goggia e Federica Brignone insieme al team delle polivalenti Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Karoline Pichler, Laura Pirovano, Nicol e Nadia Delago, Roberta Melesi, Roberta Midali e Verena Gasslitter, agli ordini dei tecnici Giovanni Feltrin Gianluca Rulfi. Il responsabile della squadra azzurra di discesa, Alberto Ghidoni, ha guidato invece gli allenamenti dei “jet” Emanuele Buzzi, Mattia Casse, Matteo Marsaglia e Peter Fill. Impegnati nella preparazione in quota anche atleti e atlete della Nazionale di snowboard. Per tutti, si è trattato di ritrovare sensazioni e alchimie dopo un periodo di meritato riposo. 

GOGGIA – «È sempre un’emozione sedersi dietro ai banchi per il primo giorno di scuola – dice -. Scherzi a parte, c’è tantissimo lavoro da fare e molto da imparare. Sono davvero carica per la nuova stagione, soprattutto dopo questo weekend in cui abbiamo vissuto l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina. Si respira un’aria di felicità. Il ritorno sugli sci con Uyn è stato ottimo, i suoi materiali ad altissimi livelli ci permettono di essere sempre al top».

BRIGNONE – «Ho ritrovato gli sci dopo due mesi in pantaloncini e maglietta. È sempre un’emozione e anche una sfida abituarsi di nuovo agli scarponi e al materiale pesante – spiega -. Questo è un momento fondamentale. Negli ultimi due anni ho saltato la parte sciistica per infortuni o problemi fisici, ma grazie alla corretta preparazione atletica sono riuscita lo stesso a farmi trovare pronta per le gare. 

FILL – «L’anno scorso sono stato fermo a lungo, la voglia di tornare sulla neve è tanta. Potersi allenare bene da un punto di vista fisico è decisivo in questa fase della preparazione” spiega il veterano della discesa azzurra, vincitore di due Coppe di specialità. “Ogni giorno si lavora pensando al prossimo anno e alle prossime gare: voglio partire dal cancelletto per giocarmela con i primi. Vincere per due volte la Coppa del Mondo di discesa è stata una grande emozione, ora spero di sollevare di nuovo una Coppa al cielo».

LA COLLEZIONE NATYON – UYN fornisce a tutti gli atleti della Federazione Italiana Sport Invernali l’intimo e le calze della collezione Natyon, personalizzate con i colori della Nazionale e progettate per il massimo delle prestazioni. Natyon significa le migliori tecnologie in campo tessile per la termoregolazione e la libertà di movimento, e l’impiego dell’esclusivo filato Natex, una fibra di derivazione 100% vegetale che riduce del 25% il peso e dimezza i tempi di asciugatura rispetto a capi in nylon dello stesso genere. UYN è protagonista nel mondo degli sport invernali insieme ad altri sette top team nazionali: Austria, Francia, Germania, Slovenia, Russia, Slovacchia e Stati Uniti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.