Falcade Live – Il trentino vince il gigante Giovani su Bosca e Hofer

Giovanni Pasini è il padrone de ‘Le Coste’: il ’94 di Fiera di Primiero, punto di forza del Comitato Trentino, conquista la medaglia d’oro in gigante ai Campionati Italiani Giovani di Falcade. L’anno scorso a San Valentino alla Muta l’oro a Marco Manfrini, ora tocca a Pasini proprio il giorno del suo ventesimo compleanno. Bis trentino insomma. E’ la prima medaglia fra Aspiranti e Giovani per Pasini, inserito nella formazione regionale da quattro anni. Sempre con il ‘colpo in canna’, ma forse mancava quella ‘zampata’ per fare la differenza. Oggi Pasini l’ha fatta sul muretto centrale della seconda manche. Ma eccolo Giovanni dopo la premiazione al rifugio Cima Uomo, allestita con la solita maestria dalla ‘banda 2000 di Damiano di Guidolin’:

LE DICHIARAZIONI DI GIOVANNI DOPO LA VITTORIA – «Ero quinto Giovane  dopo la prima manche e nella seconda ho voluto attaccare a tutta e prendere i rischi necessari per riuscire a guadagnare posizioni importanti. Ho fatto la differenza nelle uniche porte un po’ tecniche, ossia sul muretto nella parte centrale. Questa è la mia prima medaglia ad un Italiano ed è un successo  significativo. Voglio ringraziare Nello Vicenzi, Matteo Guadagnini, Walter Nave, Luca Scarian, insomma i tecnici del Comitato. Siamo proprio un bel gruppo vincente. E poi ovviamente anche papà Marco e mamma Cinzia che sono venuti a sostenermi nel gigante tricolore». 

‘GUGU’ BOSCA VICINISSIMO – Gara tiratissima il gigante italiano junior con dieci atleti in 6 decimi: infatti il C&B Guglielmo Bosca, in crescita costante in questo finale di stagione, chiude d’argento a solo 6 centesimi. Afferma ‘Gugu’ che vive fra Milano e Courmayeur: «Ero lontano dai primi come posizione in classifica dopo la prima, anche se il distacco era davvero minimo. Che sfortuna, nelle ultime gare mi tocca sempre il 15…Dai, alla fine un bel recupero, potevo anche vincere. E’ una medaglia importante, che da’ morale. Ci tenevo a far bene alla vigilia».

BRONZO HOFER . FRA I ‘FUORI SQUADRA’ BENE GIULIANO E CONFORTOLA – A 8 centesimi un altro C&B, Alex Hofer. Quarto l’altoatesino Simon Maurberger a 15, a 22 il C&B Luca Riorda, a 31 l’atleta AOC Steven Giuliano, un’altra bella sorpresa di questo inverno, quindi settimo il C&B Michele Gualazzi, ottavo l’altoatesino Hannes Zingerle, nono Matteo Confortola delle Alpi Centrali, altro Giovane che in gigante si sta mettendo sempre di più in mostra, decimo Cristian Deville. Undicesimo ma decimo Giovane il C&b Daniele Sorio. Poi Alex Zingerle, Davide Simoncelli, Pietro Franceschetti e Federico Paini a chiudere la ‘top 15’ assoluta. Domani c’è lo slalom.

9 COMMENTI

  1. D'accordo con l'ultima di @errenne, nostri giovani che hanno punti buoni e risultati tra C.E. e C.M. come Ronci e Zingerle si sono guadagnati tutto da soli….. e gli altri?!? forse non valgono l'aiuto….. basta fare la "tara" ai campionati del mondo junior e a chi entra in Coppa Europa ed è fatta!!!

  2. @moitesser parlando di "idea federale" parlo proprio di quella che lei definisce "facoltà". E' proprio questa malgestita facoltà che ho criticato, visti tra l'altro i parziali risultati ottenuti (Zingerle e Simoncelli fuori dai 10 in GS, la vittoria di Deville, l'essere fuori dai 10 Tonetti ed il DNF di Zingerle in SL). Mi domando poi quali sarebbero le cose inesatte scritte. Sono incredibili invece i toni usati da taluni quando qualcuno osa, con educazione, criticare l'operato federale. PS: io credo (giustamente liberi tutti gli altri di pensarla diversamente) che la soddisfazione dell'ottimo Renner di poter avere tra le mani un Ordine di Arrivo Ufficiale che lo vedesse in tutti i sensi al primo posto sarebbe stata largamente superiore a quella di aver fatto qualche centesimo di punto in meno.

  3. … si vorrebbe che partecipassero i primi punteggi FIS per abbassare i punteggi, ma devono partire per ultimi per non togliere pettorali bassi ai ragazzi e dovrebbero però piazzarsi tutti nei primi 10 ber abbassare la penalizzazione ma non fra i primi 5 per non perdere punti … uovo, gallina e culo caldo

  4. @erreenne…informarsi prima di parlare….ai campionati juniores la federazione ha la facoltà di INVITARE quanti senior ritiene opportuno sia necessario per abbassare la penalita e puo' a sua volta RIFIUTARE eventuali iscrizione di atleli esteri permettendo cosi di fare punti solo ai junior italiani. Mi sembra una scelta giusta quella fatta..prima di criticare e criticare e basta e e scrivere cose inesatte e fare queste figure, caro errenne, bisognerebbe prima informarsi

  5. I nostri ragazzi si lamentano perchè nelle gare internazionali partono con numeri altissimi, mentre gli altri fanno gare "agevolate" con atleti di Coppa per fare punti e così partono con i primi numeri … abbiamo letto e detto più volte che lo si deve fare anche in Italia per essere allo stesso livello degli altri e poi quando lo si fa … tutti a criticare. Come si dice … "poche idee ma ben confuse".

  6. Ma se i migliori giovani fanno tutti gare "facilitate" si troveranno di nuovo assieme a tutti gli altri nello stesso ranking….. non capisco….. forse che vogliamo copiare il meccanismo del DOPING (quello vero) ??!??
    Forse è meglio non dopare nessuno…..

  7. L'idea Federale di far partecipare 4 senior ai NJC ha privato 4 atleti (Lucianaz, Chiesa, Finazzer e Monaci) dell'opportunita' di far parte del primo gruppo di merito, privando gli stessi di un loro merito acquisito sul campo per un confronto piu' equo con i loro pari categoria. Non sono i NJC le occasioni nelle quali i giovani devono rincorrere i punti, sono altre le gare nelle quali portare avanti tali progetti, progetti che devono essere supportati dai Club, dai Comitati e dalla Federazione e gestiti dalla capacita' ed intelligenza degli allenatori. Se l'ottimo Pasini non avesse saputo sfruttare l'opportunita' offerta dallo Sci Club Crammont organizzatore 10 giorni fa di una valida Fis (solo 11/12 senior ed alcuni di ottima caratura) su un tracciato che notoriamente non consente grandi distacchi, oggi sarebbe partito fuori dal primo gruppo, magari avrebbe vinto lo stesso ma forse il risultato conseguito a Courmayeur (tra l'altro primo Bosca secondo Pasini) lo ha aiutato. Tali opportunita' dovrebbero essere messe a disposizione di tutti i nostri giovani nelle vicinanze dei loro luoghi di allenamento. Poi ci lamentiamo perche' ai mondiali junior ed in Coppa Europa i nostri in Gs ed Sl partono con pettorali imbarazzanti ed i risultati non arrivano…. Complimenti a Giovanni per il regalo di compleanno che ha saputo farsi!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.