Schwarz in azione sulla Planai ©Agence Zoom

Marco Schwarz è profeta in patria. L’austriaco classe ’95 domina la magica Planai di Schladming e conquista la leggendaria Night Race dello slalom. Per la prima volta la mitica notte della Stiria deve fare a meno delle decine di migliaia di sostenitori: del resto questa maledetta pandemia ci ha obbligati a cancellare l’attenzione dei fasti e del contorno delle classiche monumento e ad osservare esclusivamente le gesta tecniche dei ragazzi. Niente colore, niente colore, solo matematica, aritmetica, cronometro. Spettacolo tecnico sempre, ma la Night Race è tutta un’altra cosa. E così Schwarz stacca i francesi: Clement Noel è a 68 centesimi, Alexis Pinturault a 82. Poi quarto il norvegese vincitore a Fllachau Sebastian Foss-Solevagg, quinto lo svizzero Ramon Zenhaeusern. Ottmo sesto il bulgaro Albert Popov al via con il 27. Settimo il russo Alexander Khoroshilov.

il podio ©Agence Zoom

CLASSIFICA SLALOM SCHLADMING 

CI SONO SOLO I SENATORI CON MOELGG 8° E GROSS 14° – Poi ottavo a 1.58 l’eterno, infinito, sempiterno, duro a morire Manfred Moelgg. il ladino di Mareo, quasi 39 primavere, lascia sempre il segno. Un’altra prestazione da applausi, nonostante la prova incolore del resto della formazione delle porte strette che continua a tribolare. E’ vero, manca il doppio appuntamento di Chamonix, ma ad oggi carta canta: il settore maschile fatica anche in slalom, non solo in gigante. Alex Vinatzer, quarto im Alla Badia e terzo a Madonna di Campiglio, è reduce da quattro uscite di fila e oggi sulla Planai non si qualifica per la seconda manche. Bisogna correre ai ripari: Vino, classe ’99, è un talento indiscusso. Lo aspettiamo celermente ancora protagonista, la fiducia in lui è incondizionata. Gli altri fanno fatica però, troppa, fra deragliate e non qualifiche. I ragazzi delle discipline tecniche sembrano non riuscire a mettersi in mostra. Aspettiamo gli slalom francesi dicevamo, ma soprattutto l’appuntamento iridato di Cortina. Staremo a vedere. Stefano Gross intanto termina oggi discreto 14°, poi basta, gli altri arrancano. Con Vino non si qualifica Tommaso Sala. Out nella prima manche Giuliano Razzoli, Simon Maurberger e Tobias Kastlunger. Non partito per problemi alla schiena Federico Liberatore.

Moelgg in azione ©Agence Zoom