Schieder è tutto vero

Kitzbühel per un discesista è come il Maracanà per un calciatore, Wimbledon per un tennista, il pavé di Aremberg per un ciclista. E salire sul podio a Kitz, aver domato la leggendaria Streif è roba per pochi. Bensì per grand, pezzi da novanta, per miti. Pensate a Florian Schieder. Chissà cosa ha dentro, cosa sta vivendo in questa epica giornata. Il primo podio in Coppa del Mondo per questo ventisettenne altoatesino di Castelrotto arriva proprio a Kitzbühel. Vi rendete conto? Prima top ten, primo podio e proprio sulla Streif. E così entra diritto nella storia Florian, un secondo posto conquistato scendendo con il pettorale numero 43.

Schilder in vli sulla Streif ©Agence Zoom

Due anni fa si era fracassato un ginocchio ai Mondiali di Cortina ed ora eccolo in gran spolvero per una stagione sensazionale. L’anno scorso a Kitz aveva preso le misure con un 13° tempo finale. Questa stagione ancora due volte 13° e 19°. Bene, in crescita, regolare. Ma oggi ecco la zampata paurosa, il risultato straordinario che sognava da sempre. Un tipo schivo all’apparenza Forian, ma uno convinto dei propri mezzi. Discesista classico, tradizionale. Bravo nelle parti tecniche sia chiaro, ma davvero abile nel far correre lo sci. Un discesista alla vecchia, uno completo, uno scorrevole, uno che prima o poi doveva esplodere.

Esulta Florian ©Agence Zoom

Eccolo Schieder, che ancora non ci crede: «Ho sempre sognato di salire sul podio a Kitz, non mi sembra vero. Questo è il sogno che avevo fin dalle prime gare di discesa, oggi questo sogno è una fantastica realtà. E’ tutto vero oggi, non ci credo ancora. Risucirò a dormire questa notte dal momento che domani c’è un’altra gara? Vedremo…». Florian torna sulla prestazione: «E’ vero, c’era più luce quando sono sceso, ma comunque sono riuscito a sfruttare al meglio queste condizioni. E’ stata una cavalcata vincente fino al traguardo, questa pista è davvero unica…».

Fis Ski World Cup 2022-2023. Florian Schieder (ITA)
Kitzbuehel (AUT) 19/01/2023
Photo: Marco Trovati/Pentaphoto

Altre news

Il Cortina piazza De Zanna in azzurro. Gillarduzzi. «Forte tecnicamente ma anche di testa»

In tre anni due ingressi in squadra azzurra: bilancio sicuramente positivo per lo sci club Cortona che dopo Ambra Pomarè vede l'innesto in nazionale anche di Marco De Zanna. La parola al responsabile della categoria Giovani Roberto Gillarduzzi che...

Tanto azzurro nell’ascesa di Dzenifera Germane

«Tutti dicono che ha sempre sciato in Austria, ma lei ha davvero iniziato in Lettonia». Così precisa subito Simone Calissano, parlando di Dzenifera Germane, visto che il tecnico piemontese dall’ultima stagione segue la ventunenne lettone con l’Apex2100 International Ski...

Linea di continuità nelle squadre femminili azzurre

Pronte le squadre azzurre femminili. Tutto confermato per quanto riguarda il gruppo élite con quattro atlete, Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni e Sofia Goggia, quattro tecnici di riferimento, Daniele Simoncelli, Davide Brignone, Paolo Stefanini e Luca Agazzi, sotto...

Ecco le squadre maschili. Rimane Innerhofer ma Gross da ottobre. Sale Talacci, scende Barbera

Ecco le squadre maschili di sci alpino per la stagione 2024-2025 agli ordini del direttore tecnico Max Carca. Christof Innerhofer doveva essere escluso considerate le prime riunioni, poi alla fine è stato inserito ancora nel gruppo Coppa del Mondo....