Polverone Saracco

E’ inutile girarci intorno. Lascia quantomeno straniti l’addio di Roberto Saracco dalla guida dei gigantisti azzurri di Coppa del Mondo. A squadre composte per il 2021 e in un periodo così delicato vista l’emergenza sanitaria ancora in corso, il tecnico piemontese ha comunicato di voler abbandonare il ruolo di allenatore responsabile . C’è chi farebbe carte false per allenare un team di Coppa del Mondo proprio con un biennio spettacolare di fronte come Mondiali di Cortina e Olimpiadi in Cina. Ma invece saluti a tutti dopo un anno. Una stagione dal bilancio non positivo per la formazione azzurra delle porte larghe, dove i risultati sono rimasti scarsi nel complesso e a confronto con gli altri gruppi di lavoro. Lo erano in passato e lo sono stati lo scorso inverno. La cacciata di Alessandro Serra doveva aprire ad una nuova serie. Doveva. Il motivo? Per motivi personali, Saracco ci ha detto. Starà più vicino ai figli e all’Equipe Limone? Sicuramente a questo punto.

SBAGLIATI TEMPI E MODI – Una scelta coraggiosa bisogna dire la verità, ma che ha destato negli staff Fisi e negli addetti ai lavori sicuramente incredulità. «Non entro nelle scelte personali, ma sbagliati sicuramente sono stati i tempi e modi. Non siamo contenti, ma vogliamo subito guardare avanti. La squadra necessità serenità, daremo continuità al nostro progetto», sostiene il direttore tecnico Roberto Lorenzi. E il direttore sportivo Massimo Rinaldi invece: «La cosa importante è la linea tecnica dettata da Lorenzi, quella rimane. Per il resto siamo pronti a ripartire. La Fisi ha lavorato per poter iniziare e lo ha fatto con sforzi ed idee brillanti, come aver istituito per il momento il quartier generale allo Stelvio da giugno». Si vola pagina. La corsa a questo benedetto podio che manca da troppi anni riparte comunque e De Aliprandini&company saranno determinati più che mai. Mondiali e Olimpiadi sono una vetrina eccezionale. Forza ragazzi!

spot_img

Altre news

Pinocchio sugli Sci, in gara i Baby

Le Finali nazionali del 41° Pinocchio sugli Sci hanno preso il via domenica mattina sulle piste dell'Abetone. Ad aprire la settimana di gare sono stati i giovanissimi atleti delle categorie Baby che si sono sfidati in una prova unica...

E Tonetti saluta

LA THUILE LIVE - Ha detto basta Riccardo Tonetti. Oggi con il gigante dei tricolori a La Thuile l'ultimo appuntamento agonistico per l'89 di Bolzano. Una decisione presa durante la seconda metà della stagione. Studiata, meditata. E' stato il...

Assoluti: Mondinelli regina dello slalom, a Sala il gigante degli Assoluti. Ultima gara per Riccardo Tonetti

Uno slalom non lunghissimo, ma molto molto selettivo a La Thuile, dove solo 18 donne hanno visto il traguardo delle due manche. Nella seconda discesa escono Lara Della Mea e Marta Rossetti, fa invece tutto giusto la giovane Emilia...

Gross: «Lotto ancora, consapevole di poter stare davanti»

LA THUILE LIVE - Più forte della pioggia, del vento, della paura di uscire dalla traccia e finire nei riporti, più forte delle condizioni estreme insomma. Più forte di tutti oggi Stefano Gross, il portacolore delle Fiamme Gialle che...