Podhio e un futuro che guarda ai giovani. Che festa a Modena per i Pulcini!

MODENA LVE – La fiera Skipass di Modena è una passerella per tutti. Per i grandi, per i campioni e per i piccoli che rappresentano il futuro dello sport. Bambini che crescono negli sci club, che imparano a sciare giorno dopo giorno, a crescere anche nella vita. Concetti che rientrano pienamente nella filosofia di Podhio, che oggi ha premiato i Baby e i Cuccioli che maggiormente si sono distinti nella passata stagione e che hanno primeggiato nella terza edizione del Podhio Race Generation, il circuito virtuale ideato da Race Ski Magazine e Podhio. 

«Lo sport è il miglior modo per diventare i campioni nella vita – dice Gianni Roini -. I momenti difficili sono fondamentali per la crescita e, lo sport, ha svolto un ruolo importante, quest’anno come non mai. Noi crediamo moltissimo nei giovani, tanto che anche all’interno della nostra azienda abbiamo voluto dare spazio a loro, in un momento storico certamente difficile ma anche di crescita aziendale». E dunque Podhio di oggi e quella di domani, con la presentazione di un gruppo composto da Michele, Laura, Chiara, Filippo, Marco e Marta. Sul palco, a premiare, anche Giulio Campani, Luciano Magnani, Giacomo Bisconti e Franco Giachini. 

Non è mai semplice parlare di classifiche e risultati quando di mezzo ci sono Baby e Cuccioli. C’è sempre quel confine tra il gioco e il divertimento pronti a sfociare nell’agonismo più o meno intenso. È sempre una questione di come si interpretano le cose, perché in fondo sono gli stessi bambini che amano la sfida e si emozionano nel salire su un palco (dove sono transitati anche molti campioni), sentire il proprio nome e ritirare il premio. Il loro percorso di crescita passa da lunghe giornate di allenamento e dalle prime garette, che rappresentano un punto di passaggio. Ed è giusto riconoscere il loro impegno e sacrificio, così come quello delle lorofamiglie, sempre al loro fianco per dar luce alle tante ambizioni. 

Tre gli appuntamenti presi in considerazione: Criterium Cuccioli, ovviamente solo per i Cuccioli, poi International Ski Games e Pinocchio sugli Sci. È mancato all’appello, solo per quest’anno, il Gran Premo Giovanissimi che non è stato disputato.

Una stagione a suon di cronometro ma soprattutto di tanti sorrisi, una sfida dietro l’altra proprio come Podhio, che di recente ha lanciato la linea Pdh dedicata ai professionisti della neve. Sul palco di Modena ne ha parlato Riccardo Roini: «È stato un anno difficile per tutti, anche per noi aziende. Noi abbiamo deciso di non stare fermi e di guardare avanti; con coraggio abbiamo lanciato PDH scendendo in pista al fianco degli atleti e degli sci club». 

A Modena, nella Fiera Skipass della ripartenza che non ha fatto registrare il tutto esaurito, c’è stato un vero e proprio pienone per la terza edizione di Podhio Race Generation. L’edizione più bella di sempre, perché è stata quella della ripartenza, del ritorno alla normalità. Quella che tutti quanti hanno atteso per tempo. Ora è giunto il momento di guardare al futuro e alla nuova stagione che verrà. E che sta per diventare realtà dopo tanti mesi trascorsi sui ghiacciai, in mezzo alla natura oppure in palestra.

I RISULTATI
A vincere la classifica per club sono i piemontesi del Golden Team Ceccarelli, gli unici ad aver superato quota mille e ad aver realizzato 1116 punti; alle loro spalle i corregionali dell’Equipe Beaulard con 999 punti, con terza posizione per il 18 di Cortina (758 punti). Quarti i valdostani del Club de Ski di Valtournenche (699) e quinto il Lancia di Torino (625 punti). 

Nei Baby 1 la più veloce è stata Asia Joyeusaz (Club de Ski) con 260 punti, davanti a Martina Romano del Sauze d’Oulx che di punti ne ha totalizzati 172; terza Veronica Vialmin del Cai XXX Ottobre con 128 punti. In campo maschile Edoardo Garziera (Sporting Campiglio) ha totalizzato 220 punti contro i 200 di Carlo Bertazzini del Golden Team Ceccarelli (132). A completare il podio Jacopo Moroldo del Bachmann con 189. 

Nei Baby 2 prima posizione per Alicia Saltarelli del Club de Ski (162), a precedere Ludovica Palumbo (3punto3) che ha realizzato 132 punti e Angelica Platinetti del Bardonecchia (116). Doppietta del Golden Team Ceccarelli tra i maschietti: Federico Berruto con 230 punti ha prevalso su Yuri Colturi (200). Ancora Piemonte al terzo posto, per merito di Emanuele Croce del Lancia (190). 

Benedetta Rosa Ranieri del Limone è stata imbattibile tra i Cuccioli 1. Ha totalizzato 350 punti contro i 183 di Sara Grassi del CAI XXX Ottobre e i 180 di Ludovica Vottero del Sansicario (180). Piemontesi ancora protagonisti in campo maschile: primo Niccolò Castri dell’Equipe Beaulard (380) e secondo Felix Baldi del Golden Team Ceccarelli (266). A completare il podio Tommaso Zanardi del 18 Cortina (240).

Giada D’Antonio del Vesuvio ha invece vinto nelle Cuccioli 2 con 229 punti, davanti a Lavinia Sambuco (Società Sportiva Lazio) che ha realizzato 210 e ad Allegra Vindigni del 18 Cortina, a quota 190. Il podio maschile è invece composto da Lorenzo Guiguet dell’Equipe Beaulard (296), Tommaso Caset dello Ski Team Paganella (239) e Andrea Ludovico Chelleris del Monte Lussari (183). 

LEGGI ANCHE

L'AZIENDA