La neve non ha fermato i 650 dello Skids di Vipiteno

Giornate di pieno inverno non hanno fermato la festa e il divertimento in occasione della seconda edizione dello ‘SKIDS – The Snow Festival’ sul Monte Cavallo a Vipiteno. Sono stati 650 i partecipanti, provenienti da Italia, Germania, Austria, Paesi Bassi, Ungheria, Lettonia, Polonia e Slovacchia. L’evento è stato inaugurato giovedì con la sfilata attraverso il centro storico di Vipiteno, durante la quale 28 associazioni si sono vestite a festa, nonostante la pioggia, per conquistare il cosiddetto “Premio eleganza”. Alla fine è stato lo sci club locale a trionfare: il WSV Vipiteno ha vinto con le “Torri delle Dodici” fatte dai bambini stessi, davanti all’ASV Ridanna e all’ASV Riffian Kuens.

©Harald Wisthaler

Sabato spazio allo slalom gigante, con la vittoria a squadre dello sci club Schlotterer Hallein dell’Austria, che verrà invitato a una giornata di test sugli sci dalla ditta Völkl con la presenza di un atleta di Coppa del Mondo. “Abbiamo nuovamente puntato su premi esperienza ed è stato importante per noi chiamare sul palco tutti i giovani partecipanti delle categorie più piccole e consegnare una medaglia a ciascun bambino – il pensiero olimpico “L’importante è partecipare” è centrale per SKIDS”, spiega Sabrina Tavella, presidente del comitato organizzatore. 

La gara è stata vinta dai SuperBaby Evelina Kalinova e Timo Plank, dai Baby Sara Perathoner e Luca Thaler, dai Cuccioli Eva Sagmeister e Stefan Lehenauer, dai Ragazzi Lorena Plankensteiner e Tommaso Zanardi e dagli Allievi Sophie Dekker e Ascanio Simoni.

©Harald Wisthaler

Nel pomeriggio si sono svolte varie attività nella palestra del centro scolastico superiore di Vipiteno, oltre al tradizionale tiro alla fune in piazza. La squadra più forte è stata l’ASV Vinschger Oberland, che si è aggiudicata una gita di due giorni alla gara di Coppa del Mondo a Plan de Corones nel 2025. Hanno partecipato 32 squadre; il numero dei bambini non era determinante, ma il peso: l’intera squadra non poteva superare i 200 chilogrammi. Infine sabato tutti in pista per il parallelo, vinto dall’SK Hallein davanti al Gallio e all’Hallein 2; quarto posto per il Cortina. 

Altre news

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo. Condizioni variabili al Faloria: subito un po’ di nebbia, anche qualche fiocco di neve, poi finalmente il sole per i partecipanti alla terza edizione dell’iniziativa di Race Ski Magazine che...

Scatta il 3° Race Future Club in collaborazione con Fisi e Fondazione Cortina

Scatta a Cortina d'Ampezzo il Race Future Club atto numero 3. Stiamo parlando dell'iniziativa di Race Ski Magazine riservata ai migliori 14 Allieve/i e 10 Ragazze/i scaturiti dai risultati di Top 50, Alpe Cimbra, Campionati Italiani di categoria e...