#PEZDI – Il pianto di Elisa Fornari

1

Pochi metri dal traguardo e il sogno di una medaglia tricolore che se ne va. Sestriere, gigante dei Campionati Italiani categoria Giovani. Elisa Fornari, alessandrina in forza allo sci club Aosta, deraglia dalla esigente Sises. Un attimo di distrazione. E come un battito di ciglia, d’ali, come un sospiro esce dal tracciato e così niente gloria del podio. Elisa scappa in fretta e furia dalla finish area, si accascia a terra senza levare gli sci, i suo sci che questa volta l’hanno tradita. Non smette di piangere ripensando a quell’errore, a quell’occasione così ghiotta persa in un attimo. Ultimo anno di categoria, «poteva essere l’ultimo modo per lasciare il segno» avrà pensato subito Elisa Fornari, perché la testa di queste ragazze e questi ragazzi ormai ha metabolizzato il pensiero di questo mondo che a 20 anni ti considera morto e sepolto se sei fuori dal giro azzurro. Elisa, che ha trascorso questi anni condividendo questa cammino con diversi infortuni, continua a piangere. Lacrime perché dentro di sé ha capito che si prospetta l’incertezza della categoria Senior. Elisa sa che bisogna moltiplicare le forze, aumentare le energie per andare avanti. Abbraccia i genitori presenti, abbraccia il fedele coach Umberto Fosson. Elisa sa anche che deve dare fondo ancora alla sua grande passione, ma questa è una cosa positiva. E’ una bella speranza. Elisa non mollare. Coraggio.