Non ti ho conosciuto Pietro, ma conosco tuo fratello Umbi e lo sci club Aosta. Conosco l’entusiasmo che c’è dietro a questa rassegna di sci giovanile che rappresenta una formula nuova e che per 11 anni ricopre un ruolo rilevante fra le manifestazioni nazionali di sport invernali. Riconosco che aver dato una connotazione plurale a uno sport singolo come lo sci è una scommessa vincente, una proposta alternativa che miscela all’agonismo anche un aspetto sociale. Lo sci in queste categorie non può e non deve essere solo scontro diretto, non può esaurirsi in una classifica. Il Memorial Fosson, nato per ricordare Pietro fratello del direttore tecnico dell’Aosta Umberto e mancato prematuramente in un incidente stradale, va oltre al risultato del singolo che nelle categorie Children non può essere l’unico fine dello sci agonistico.