Corrado Castoldi a consulto con Roberto Nani ©Gabriele Pezzaglia

Dove eravamo rimasti? Roberto Nani dopo due anni sotto le aspettative, vuole rilanciarsi, tornare a primeggiare, lasciare ancora il segno fra i primi della classe e puntare al primo podio in Coppa del Mondo. Finita la stagione agonistica e prima di iniziare gli allenamenti con la squadra azzurra (aspettiamo a tal proposito ancora informazioni ufficiali), il livignasco ha continuato a sciare per cercare di colmare le lacune tecniche. A Livigno solo ieri ha terminato un importante fase di training di gigante a fianco del tecnico dello Ski Racing Camp Corrado Castoldi. 

Roberto Nani a Livigno in Federia ©Gabriele Pezzaglia

Il coach comasco, ma oramai valtellinese d’adozione, è stato fino a due inverni fa il riferimento di Roberto. In seguito, per diversi motivi ma essenzialmente perché la squadra nazionale si è messa di mezzo fra i due, il rapporto è stato sospeso. Oggi invece è tornato solido e Nani e Castoldi hanno stilato un programma di lavoro sugli sci (con Nani in allenamento a Livigno anche l’azzurra Luisa Bertani e a dare supporto in pista Simone Nani). Concluso il camp di Livigno, l’azzurro si è recato a Courmayeur per un’iniziativa dell’Esercito e da domani due settimane di vacanza: destinazione Indonesia.