Roberto Nani

Non è in squadra nazionale. E allora? Rimane un punto solido dello sci nazionale fino a prova contraria. Carta canta. Stiamo parlando di Roberto Nani, che ha guadagnato il posto assicurato in Coppa del Mondo per il 2021 grazie ad una stagione brillante nel circuito continentale. Il campione livignasco è una di quelli che ci piace. Da sempre. Ha lottato per emergere, dopo aver primeggiato ha poi attraversato un momento difficile ed ora sta lottando per avere possibilità nuove per esprimersi come ha già fatto. E ci è riuscito Roby. Tempi durissimi in Lombardia, tempo duri anche in Valtellina.

ECCO ROBY – Eccolo Nani che ci fa sapere: «Sono chiuso in casa, ci sta. E’ necessario osservare le regole del governo. Il mio appello per gli sportivi, professionisti e non, è semplicemente dire che questo non è tempo perso, anzi. L’emergenza sanitaria è grave, il tempo perso oggi sarà tutto tempo guadagnato in futuro. E’ dura, ditelo a me che sono abituato a girare il mondo all’aria aperta. Ma è così, dobbiamo stare a casa e evitare i contatti il più possibile». Nani era convocato per l’appuntamento di sabato in gigante a Kranjska Gora. A proposito della gara ci dice: «La Fis sbaglia a far disputare al tappa sul Podkoren. Per il rispetto dell’Italia e non solo. Non è il momento di pensare allo sport, ci sono altre urgenze purtroppo oggi…».