Nadia Fanchini (@Pentaphoto)

L’Italia è in testa alla classifica per Nazioni a livello generale e femminile dopo quattro gare di Coppa del Mondo di sci alpino maschili e sei con le ragazze. A Lake Louise nelle prime due libere sono arrivati un podio e quattro piazzamenti tra le top 10 con Goggia, Nadia Fanchini e Schnarf. Decisamente non male. Ecco il pensiero dopo gara 2 in libera proprio di Nadia, Johanna Schnarf e Sofia.

NADIA FANCHINI – «La mia stagione come sapete tutti non era iniziata bene – ci dice -, sto facendo fatica in gigante e mi dispiace tantissimo, perché penso di aver lavorato bene in quella specialità. Ho dato tutta me stessa in queste discese a Lake Louise, più di così non potevo fare. Qualche parziale buono comunque si è visto. La gara di oggi non è stata tra le più regolari e poi sono stata sfortunata, ancora, come ieri, e avevo bisogno di un po’ di fiducia… Una top 10 comunque non si butta. Sto facendo fatica sui piani. Darò tutto anche in superG, speriamo ci sia una gara regolare anche se danno neve. Dovrò limitare i danni nelle prime dieci porte sul piatto. Sono fiduciosa e convinta, come tutte le mie compagne che sono forti, credetemi».

SOFIA GOGGIA – «Nella prima discesa ho fatto davvero una bella gara, la pista era in ottime condizioni. Ho provato solo a sciare, ho scacciato anche tutti i miei demoni sul salto del ‘Coache’s Corner dove mi ero fatta male tre anni fa. Per il resto ho tenuto una linea un po’ alternativa in fondo, studiata con Guadagnini, ha pagato. Mi è scoppiato il cuore dalla felicità quando ho visto luce verde. Oggi gara difficile, invece, non sono partita benissimo, ho patito tanto i segni della pista. Credo di aver sciato ancora bene dal salto in poi, forse leggermente in tenuta. Ma va bene così».

Sofia Goggia in discesa a Lake Louise (@Pentaphoto)
Sofia Goggia in discesa a Lake Louise (@Pentaphoto)

JOHANNA SCHNARF – «In gara 1 ho lasciato qualcosa nell’ultimo tratto – ammette la sudtirolese di Valdaora -, ho sbagliato la curva piede sinistro nel piano dopo il muro. Ma comunque ero contenta della sciata. Oggi purtroppo la luce è andata via quando sono scesa io, ma sono comunque riuscita a… sciare peggio di ieri. Era più mosso e ho sbagliato un po’, non ho azzeccato le linee e di conseguenza sono stata più dura nella sciata. Certo, sempre una top10, ma non sono contenta di come ho sciato, anche se in due giorni ho ottenuto i miei risultati migliori a Lake Louise in libera».

Johanna Schnarf a Lake Louise (@Zoom agence)
Johanna Schnarf a Lake Louise (@Zoom agence)

Domenica 4 dicembre in superG gareggeranno 11 italiane: Brignone, Nadia ed Elena Fanchini, Goggia, Marsaglia, Schnarf, Curtoni, Delago, Gasslitter, Hofer e Agerer

Articolo precedenteDel Nista, coach Val di Luce, operato due volte per un neurinoma
Articolo successivoCoppa Europa donne, si parte da Trysil. Salvadori: «Bisogna osare»
Gianmario
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.