Merighetti da Crans Montana: «Pista completa, difficile. Ha nevicato, si è un po’ rovinata in fondo»

Secondo training in Svizzera per la discesa femminile di domani: cielo coperto, prova sotto una leggera nevicata. Suter la più veloce, azzurre bene, ma tantissime atlete hanno saltato almeno una porta. Goggia la migliore, sesta. Le parole di Elena Curtoni

0
Crans Montana, cielo coperto durante il secondo training della discesa femminile di sabato @Pag. fb ufficiale

Crans Montana si è svegliata al mattino sotto un bel sole, ma le previsioni ci hanno poi azzeccato questa volta e successivamente sono arrivate nuvole (tante) e neve (per ora poca). Una situazione molto simile a quella che le atlete potrebbero trovare in gara domani, a partire dalle 10.30, per la settima discesa libera stagionale. Quindi il secondo training odierno, su pista completa, la stessa del 2014 rimodellata su quella storica, sembra decisamente attendibile. Le padrone di casa sono in forma, con Fabienne Suter e Gut davanti a tutte. Benissimo anche Lindsey Vonn, mentre tante sono state le atlete che hanno saltato almeno una porta, soprattutto nella parte bassa, causa anche pista più rovinata per la tanta neve caduta negli ultimi giorni (anche nella notte scorsa). Tra queste Weirather, Rebensburg, Stuhec e la nostra Elena Curtoni.

PAROLA DI DADA – «Oggi pista completa, prova sotto una leggera nevicata, tempo coperto – ci ha detto Merighetti da Crans Montana -. Il tracciato è lo stesso del 2014, bello, difficile, gira un pochino di più in alto e in basso. Nella parte bassa la pista si è rovinata di più ed è per quello che in tante hanno sbagliato, saltando anche una porta. Sono abbastanza soddisfatta della mia prova, vedremo domani in gara».

TRAINING – Sulle nevi svizzere del Canton Vallese il miglior tempo nella classifica finale oggi per la seconda prova cronometrata lo ha fatto segnare Fabienne Suter, 8 centesimi meglio di Lara Gut. Terza Laurenne Ross a 9 centesimi, quarta l’austriaca Sabrina Maier, scesa col numero 39, e quinta la più attesa, Lindsey Vonn, a tre decimi. Ottava Stuhec, decima Wiles.

ITALIA – Le azzurre sembrano gradire la pista e anche oggi sono andate bene, sul tracciato completo rispetto a quello dimezzato del primo training. La migliore è risultata Sofia Goggia, sesta a 72 centesimi da Suter. Settima Elena Curtoni, ma con salto di porta, nona Merighetti, undicesima Schnarf, quindicesima Stuffer, sedicesima Marsaglia, 19esima Nadia Fanchini, 29esima Brignone, 32esima Elena Fanchini, 48esima Marta Bassino, fuori a circa a metà del tracciato, per fortuna senza conseguenze.

ELENA CURTONI – «Mi sono fatta sorprendere da un dosso – ammette la valtellinese -, poi ho frenato perché pensavo di riuscire a prendere anche quella porta, invece non ce l’ho fatta. Comunque la pista mi piace, posso sciare meglio, speriamo nel tempo domani…».

GARA – Alle 10.30 il via domani, sperando in un tempo almeno decente per tutte (le previsioni danno coperto e neve). Nove le azzurre in gara: Elena e Nadia Fanchini, Merighetti, Stuffer, Schnarf, Curtoni, Marsaglia, Goggia e Nicol Delago. Domenica combinata alpina con discesa libera e una manche di slalom, sulla parte finale della pista da discesa, con l’ingresso ‘in squadra’ di Federica Brignone. Lunedì 15 slalom con Costazza, Molegg, Irene Curtoni, Agnelli e Brignone.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.