Marta a tutta energia nel parallelo… con lo sguardo già al gigante

MÉRIBEL – Marta Bassino in pista per difendere il titolo: oggi alle 12 il parallelo individuale (femminile e maschile) che assegnerà le medaglie iridate. La qualificazione si è svolta in nottura sulla pista di Courchevel 1850, la gara invece in pieno giorno a Méribel. Qualificazione piuttosto agile per l’azzurra, che punta senza dubbio al gigante di domani, ma che proverà a fare del suo meglio anche oggi. «Era importante qualificarsi e iniziare ad avviarsi con questa disciplina che è sempre un po’ particolare: le porte sono molto strette e bisogna mettersi in moto velocemente – ha racconta dopo la qualifica di Courchevel -. Chiaramente cercherò di fare del mio meglio, però, come ho già detto, trovo molto utile il parallelo come propedeutico al gigante, penso mi aiuti proprio tanto, per provare a spingere forte. Quando siamo in gara, questa specialità ti fa tirar fuori davvero tutto, una sfida contro l’avversaria che ti fa mettere in pista tutta te stessa». 

Marta Bassino partirà dalla pista rossa e affronterà subito la francese Marie Lamure, sfida tutta svedese in fondo al tabellone con Estelle Alphand contro Sara Hector, che ieri ha destato davvero una bella impressione. Marta Bassino è l’unica azzurra ad aver centrato la qualifica: Asja Zenere è rimasta fuori, Beatrice Sola e Lara Della Mea hanno preferito pensare ai prossimi appuntamenti. «Tengo molto alle gare che devono arrivare, la medaglia del superG non mi ha fatto rilassare, anzi proprio per questo mi aspetto ancora qualcosa di bello» ha aggiunto ancora la cuneese del Centro Sportivo Esercito.

In pista anche gli uomini: saranno tre a difendere i colori azzurri. Alex Vinatzer partirà sulla manche rossa e sfiderà lo sloveno Zan Kranjec, Filippo Della Vite e Luca De Aliprandini scenderanno sulla pista blu, il primo contro Alexander Schmid, il secondo contro Linus Strasser; una doppia sfida italo-tedesca. 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...