Del Dio: «Al Mondiale si azzera tutto. Attaccare senza paura». Tocca agli slalomisti

COURCHEVEL –  E cala il sipario con lo slalom maschile sulla rassegna iridata di Courchevel Meribel 2023. E come di consueto, gran finale con il botto per i grandi eventi. Tocca ai ragazzi delle porte strette darsi battaglia sulla Eclipse. S preannuncia una guerra, tanto la concorrenza è alta. «Pazzesco il livello, sono almeno in venti che possono vincere in slalom», sentenzia il tecnico Del Dio. La formazione italiana è composta da Tommaso Sala al via con il numero 14, Alex Vinatzer 17, Stefano Gross 23 e Tobias Kastlunger 40. Vigilia dedicata al mattino a quattro curve sulla neve e al pomeriggio la consueta rifinitura a secco agli ordini di Fabio Bianco Dolino con agilità, richiami di forza esplosiva e a sciogliere i muscoli pedalando, E poi massaggi e trattamenti osteopatici da Luca Caselli. Stefano Gross sta lottando contro il tempo per un problema alla schiena. «Mi sono bloccato dopo l’allenamento di ieri, stiamo facendo il possibile per essere nella migliore condizione in gara», fa sapere Sabo.

GUARDA LA START LIST DELLO SLALOM DI COURCHEVEL 

Ecco il coach responsabile della compagine azzurra Simone Del Dio: «La rifinitura è stata effettuata fra uno stage a atletico a Varazze e l’allenamento sugli sci a Sestriere per Sala e Gross con Stefano Costazza a coordinare il lavoro in pista, invece Vinatzer e Kastlunger erano impegnati a Courchvel in precedenti appuntamenti iridati. Domani c’è il Mondiale. Si azzera tutto, tutti partono da zero. C’’è un solo obiettivo che conta davvero in un Campionato del Mondo, le medaglie. La squadra ha lavorato con efficacia, del team sono contento, meno invece dei risultati. Non siamo saliti sul podio, ci siamo andati vicino ma non basta per una squadra di valore come la nostra. Voglio di più, vogliamo di più, in gara dobbiamo attaccare senza paura. Fino ad oggi ho visto cose buone certamente, ma non sufficienti per essere soddisfatto nel complesso della stagione». Parole sante. Una squadra così deve puntare più in alto. Questi ragazzi lo hanno dimostrato. E allora domani a tutta!

Altre news

Il Cortina piazza De Zanna in azzurro. Gillarduzzi. «Forte tecnicamente ma anche di testa»

In tre anni due ingressi in squadra azzurra: bilancio sicuramente positivo per lo sci club Cortona che dopo Ambra Pomarè vede l'innesto in nazionale anche di Marco De Zanna. La parola al responsabile della categoria Giovani Roberto Gillarduzzi che...

Tanto azzurro nell’ascesa di Dzenifera Germane

«Tutti dicono che ha sempre sciato in Austria, ma lei ha davvero iniziato in Lettonia». Così precisa subito Simone Calissano, parlando di Dzenifera Germane, visto che il tecnico piemontese dall’ultima stagione segue la ventunenne lettone con l’Apex2100 International Ski...

Linea di continuità nelle squadre femminili azzurre

Pronte le squadre azzurre femminili. Tutto confermato per quanto riguarda il gruppo élite con quattro atlete, Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni e Sofia Goggia, quattro tecnici di riferimento, Daniele Simoncelli, Davide Brignone, Paolo Stefanini e Luca Agazzi, sotto...

Ecco le squadre maschili. Rimane Innerhofer ma Gross da ottobre. Sale Talacci, scende Barbera

Ecco le squadre maschili di sci alpino per la stagione 2024-2025 agli ordini del direttore tecnico Max Carca. Christof Innerhofer doveva essere escluso considerate le prime riunioni, poi alla fine è stato inserito ancora nel gruppo Coppa del Mondo....