LIVE – Quando calerà la notte…sarà Night Race: attesi 50.000 spettatori a Schladming

Calerà la notte e spettacolo sarà. Sarà Night Race, sarà slalom sulla mitica Planai, da sempre teatro di leggendarie battaglie fra le porte strette disegnate sul muro verticale della pista austriaca. Tutto è pronto in questo angolo di Stiria, dove l’Austria si spinge verso l’est Europa. Il centro di Schladming, dove è situato lo Ski Stadium rimesso a nuovo quattro anni fa per i Mondiali, si sta per popolare: attesi 50.000 spettaori fra stadio e bordo pista, fra cui sicuramente qualche facinoroso. E già. Avete presente Milan-Inter, Roma-Lazio? Ecco, lo slalom di Schladming è un evento di queste ingenti dimensioni. Tifo da stadio; e così, gli appassionati iniziano a fare rifornimenti di vessilli biancorossi, fumogeni, trombe e ovviamente…di birre.

Arrivano i tifosi... ©Gabriele Pezzaglia
Una bancherella con il materiale austriaco ©Gabriele Pezzaglia

SI PARTE ALLE 17.45 – La prima manche è fissata per le 17.45, due ore prima i ragazzi assaggeranno la Planai nella consueta ricognizione. Intanto gli azzurri hanno trascorso presso il quartier generale dell’Hotel Tauernblick la mattinata.

Tommaso Sala e Stefano Gross intenti nella rifinitura a secco ©Gabriele Pezzaglia
Tommaso Sala e Stefano Gross intenti nella rifinitura a secco ©Gabriele Pezzaglia

LAVORO A SECCO MATTUTINO – Alle 10 per tutti rifinitura atletica: allungamento, propriocettività, richiami di forza, attivazione muscolare. Clima disteso, sereno, anche se l’appuntamento di questa sera sarà fondamentale. Infatti è l’ultimo slalom prima della rassegna iridata e ad oggi sicuri ci sono solo Manfred Moelgg (pettorale numero 2), il re di Zagabria, e Stefano Gross, podio a Madonna di Campiglio, che esce dopo Kitzbuehel dalla top 7 di disciplna e parte allora con il 10. 

Manfred Moelgg a confronto con Daniele Simoncelli ©Gabriele Pezzaglia
Manfred Moelgg a confronto con Daniele Simoncelli ©Gabriele Pezzaglia

SELEZIONE MONDIALE – Il regolamento interno della FISI fa presente che si è qualificati per i Mondiali di St.Moritz con almeno un piazzamento nei top 8. Oggi, in teoria, si giocano il posto per l’evento iridato grigionese Patrick Thaler (11), Giuliano Razzoli (22) e Tommaso Sala (38). Ma tutto è ancora in gioco. Al via infatti anche Riccardo Tonetti (41), Giordano Ronci (54) e Federico Liberatore (50), che attaccheranno per giocarsi l’ultimo jolly a disposizione.

LA START LIST 

La verticale di Tommaso Sala sotto lo sguardo di Manfred Moelgg e Federico Liberatore ©Gabriele Pezzaglia
La verticale di Tommaso Sala sotto lo sguardo di Manfred Moelgg e Federico Liberatore ©Gabriele Pezzaglia

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.