Il podio

Il vento croato di entusiasmo arriva in Francia. Grande vittoria infatti in Coppa Europa, la prima in carriera nel circuito continentale dopo il podio di due anni fa in Fassa, per Federico Liberatore. Il ’95 fassano in forza al gruppo Coppa del Mondo di Roberto Saracco, si impone in slalom a Vaujany. «Un centro importante, una vittoria che conferma che adesso sono competitivo e sono riuscito a trovare il giusto ritmo. Adesso Madonna di Campiglio, obiettivo minimo la qualifica», fa sapere dopo la gara il trentino. La vittoria di Libero è la conferma che l’infortunio è definitivamente alle spalle. Sul podio con Fede, che era terzo nella prima manche a cinque decimi dalla testa della classifica, ecco il norvegese Atle Lie Mcgrath a 21 centesimi. Terzo a 23 il tedesco Julian Rauchfuss

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM DI VAUJANY

SEMPRE BRILLANTE KASTLUNGER – Sempre alla grande il ’99 Tobias Kadtulnger: il marebbano, settimo ieri, oggi guadagna una posizione. Davvero una due giorni eccellente per Tobias che chiude a 1.48 dal vertice. E bene a 2.13 dal vertice anche Francesco Gori, come Kastlunger atleta adella squadra B di Devid Salvadori: termina nono il milanese. Quattordicesimo l’atleta di interesse nazionale Fabian Bacher. Matteo Canins trentaquattresimo, quindi Pietro Canzio e Lorenzo Moschini out la prima manche. Nella seconda fuori invece Matteo Franzoso, Hans Vaccari e Hannes Zingerle