Liberatore e Gori

Buona la prima per la formazione di Coppa Europa di Roberto Lorenzi e Roberto Saracco. Sulle nevi della Lapponia finlandese di Levi il primo dei due slalom del circuito continentale. E subito una prestazione di valore dei ragazzi sulla Levi Black: un team che cresce, si mette in mostra, piazza tre atleti nei dieci e sei nei quindici. Peccato per Simon Maurberger certo, era primo dopo la manche inaugurale ma poi arretra in quattordicesima piazza. Giuliano Razzoli termina decimo a 81 centesimi dalla testa della classifica: sulla strada del ritorno il Razzo di Minozzo, che anticipa Alex Vinatzer e Fabian Bacher

Guarda la classifica dalla pagina del calendario 

ECCO I RAGAZZI – Positivo Federico Liberatore quinto. Eccolo il fassano di Mazzin: «Sono contento moderatamente, nella prima ero quarto a 16 centesimi da Maubi e potevo giocarmi il podio. Comunque ho fiducia. Domani punto a fare ancora meglio, oggi ho perso il tempismo per qualche porta dopo un errore su una doppia. La pista? Non ghiacciata come in Coppa del Mondo, ma comunque il muro era duro». Con il 58 davvero una grande prestazione per Francesco Gori. Il milanese dal sangue viareggino, coglie uno sfavillante ottavo posto risalendo dal ventesimo. Sentiamo cosa ci ha detto l’atleta in forza alla C di Simone Stiletto: «Per due mesi non ho fatto pali alti a causa di una frattura, ora eccomi davanti in Coppa Europa. Sono davvero soddisfatto, mi sentivo sciolto e la seconda proprio sicuro e così ho cercato di attaccare senza paura. Avanti così». Domani un altro slalom a Levi.