Tutto secondo pronostico, verrebbe da dire. Anche se l’Equipe Limone per aggiudicarsi la terza edizione consecutiva del Memorial Pietro Fosson ha dovuto lottare e mostrare sulle nevi di Pila tutto il potenziale tecnico del suo eccellente gruppo. La classifica finale parla chiaro: quasi quaranta secondi di vantaggio accumulati sullo sci club Lecco, il più diretto inseguitore, in tre giorni di gare. Ricordiamo che si sommano i due migliori tempi di ogni categoria maschile e femminile per arrivare al tempo finale di squadra in quattro gare Allievi e altrettante Ragazzi. La lotta è stata per il secondo posto, insomma, e i ‘reds’ di Vincenzo Tondale l’hanno spuntata di 11 secondi sui valdostani del Courmayeur Monte Bianco, quindi il Mondolé Ski Team e lo sci club Sestriere, in risalita dopo lo ‘scivolone’ di ieri. Ma vediamo come si sono svolte le cose nella terza ed ultima giornata di gare.

RAGAZZI ANCORA IN SLALOM – I più piccoli del 2000 e 2001 si sono confrontati ancora in slalom sulla Gorraz a manche unica. In campo femminile tutte racchiuse in pochi centesimi, con la brava Sofia Brustia del La Thuile Rutor capace di ‘bruciare’ per sette centesimi Angelica Bonino dell’Equipe, Alice Lambert del Bardonecchia e l’altoatesina Elena Sandulli. A tre decimi, al quinto posto, Ilaria Ghisalberti del Radici Group. In campo maschile terzo successo in quattro gare per Francesco Colombi dell’Equipe, che ha preceduto di due decimi Giacomo Bertini, quindi un terzetto di francesi del Comitato Mont Blanc: Bonnaz, Estienne e Desgrippes. A seguire Mattia Bernardi e Riccardo Allegrini.

ENERGIAPURA CUP PER GLI ALLIEVI – Spettacolare gigante sulla Bellevue per i più grandi, che si sono confrontati nella manche secca valida per Energiapura Cup, la gara inserita nel programma del Memorial Fosson che ha anche premiazione individuale e che porta punti per la graduatoria di Energiapura Children Series (insieme a Topolino, Pinocchio e Italiani). Tutte in 43 centesimi le migliori cinque Allieve: vittoria ad una convincente Jacqueline Fiorano dello Chamolé che con un’ottima prestazione è riuscita a precedere Carlotta Saracco, apparsa in eccellenti condizioni al rientro agonistico dopo l’infortunio ad un ginocchio e la conseguente operazione. Terza Lucrezia Lorenzi del Sestriere, quindi la napoletana Chiara Albora e Francesca Fanti dello Ski Team Fassa. In campo maschile grande prova di Michael Tedde, a siglare una storica doppietta per lo Chamolé, team allenato da Lorenzo Cancian e Cesare Prati. L’atleta valdostano ha così confermato l’ottima prova del superG, superando di pochi centesimi Pietro Canzio dello Ski College Veneto (altro grande protag e Nicolò Molteni del Lecco. Quarto posto per Tommaso Nardi, tesserato per lo Ski Team Fassa ma in forze al Bachmann, davanti al redivivo Benedetto Avallone, a Giovanni Zazzaro apparso in buona ripresa e a Diego De Zan. A seguire tre ’99 interessanti: Boniface dello Chamolé, Pellissier del La Thuile e Baruffaldi del Lecco.

PREMIAZIONE IN PIAZZA –
La manifestazione si è conclusa con la consueta ricchissima premiazione in piazza Chanoux ad Aosta. L’Equipe è ripartita alla volta di Limone Piemonte a bordo del pulmino ‘griffato’ Race ski magazine, ma tutti i club hanno ricevuto ricchissimi premi, a partire dalla felpa in serie limitata prodotta dallo sponsor tecnico Energiapura per tutti e (quesi) 500 concorrenti. Unanime il coro di consensi degli allenatori, a premiare una manifestazione che sta crescendo anno dopo anno e che sempre di più rappresenta la vetrina del movimento Children in Italia. Appuntamento all’edizione 2015!