Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci Club Lancia Torino, ecco il direttore tecnico Giancarlo Croce: «Vincere è sempre bello, da Superbaby fino alla Coppa del Mondo. Ma a volte il nostro mondo dimentica le priorità, mette tutto e tutti sullo stesso piano. Ripeto, mettersi in mostra a qualsiasi età è un fatto positivo, ma non dobbiamo credere che chi primeggia da piccolo primeggerà per sempre. Alla fine lo sci vero è nelle Fis, i risultati più importanti sono nella categoria Giovani. E’ sempre stato così, non è certo una novità…».

Schietto Croce. E nei Giovani, zitto zitto, il dt con il coach responsabile Giovani, il fratello Paolo, i risultati negli ultimi anni sono arrivati eccome. Continua Giancarlo: «Qualche anno fa Anita Gulli, adesso Margherita Cecere. Storie simili, di cittadine, di atlete che hanno anche istruzione e formazione come priorità. Margherita, ultimo anno Giovani, probabilmente se non entrava in squadra nazionale si dedicava interamente a studiare ingegneria». Croce è uno di quelli che cerca di abbassare i toni dell’esasperazione. Continua: «Uno sci da gara e uno da allenamento nei Pulcini, nei Children se vogliono prendersi un altro sci ben venga. Ma preferiamo che sciino magari di più o si dedichino maggiormente al lavoro atletico con Vittorio Picco che è estremamente importante. Lavoriamo sul medio-lungo termine, questo è il nostro messaggio. Stiamo attraversando un momento positivo, cerchiamo di andare avanti su questa strada dal momento che altre sfide ci attendono. La Fisi? Forse proprio dall’alto dovrebbe arrivare questo messaggio di far capire al mostro movimento quando e quanto conta vincere».

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...