La nuova scommessa di Salvadori inizia da Levi

Un’altra avventura per Devid Salvadori. E si, in primavera il quarantatreenne coach bresciano è stato chiamato a guidare le ragazze dello slalom di Coppa del Mondo. Una nuova scommessa, non facile intendiamoci, una sfida tuttavia che lo pone di nuovo in prima linea in Coppa del Mondo.  E’ stato uno scossone a dire la verità il cambio ai vertici cel team con la sostituzione di Matteo Guadagnini, ma adesso si guarda con fiducia alla stagione delle porte strette che partirà con il doppio appuntamento del fine settimana a Levi, Lapponia finlandese.

IL PUNTO DI DEVID – «Gli allenamenti estivi ed autunnali sono andati bene, abbiamo lavorato con efficacia e le ragazze sono pronte per il primo atto di slalom della stagione. Certo, abbiamo nelle top 30 solo Martina Peterlini, quindi non possiamo aspettarci grandi risultati nella prima parte della stagione da tutto il team, ma l’obiettivo è crescere il più in fretta possibile. La squadra è sicuramente giovane, non dobbiamo metterci ansia, ma allo stesso tempo voglio vedere una crescita significativa da parte del gruppo e un ulteriore cambio di marcia. Per Anita Gulli, Lara Della Mea, ma anche per Serena Viviani che si cimenterà ancora saldamente in Coppa Europa, è necessario lasciare il segno nella massima serie». Certo, Della Mea è reduce da un infortunio, come anche Marta Rossetti. Continua il tecnico azzurro: «Lara da poco più di un mese si allena regolarmente. Marta ha ripreso da  fine luglio e sicuramente è più in condizione. Ovviamente tornare al top in gara non sarà così semplice ma è davvero determinata». La settima classificata a Jasna Marta Peterlini è sicuramente la nostra punta di diamante per Levi: lo dice il cronometro nelle ultime settimane. «Preparazione senza ostacoli per Martina, ci siamo». Sulle nevi lapponi presenti anche Marta Bassino, Sophie Mathiou e Roberta Midali. «Per Mathiou una esperienza sicuramente importante. E’ davvero giovane, il circuito continentale rimarrà un altro palcoscenico su cui confrontarsi. Midali è ritornata in squadra azzurra grazie ai risultati del gigante ma vogliamo provarla anche in slalom dal momento che non c’è Federica Brignone. Poi ecco Marta, che sarà pronta a giocarsi tutte le sue carte». Salvadori, insieme allo staff, da cinque giorni con Rossetti, Peterlini, Viviani e Della Mea si trovano a Levi per la rifinitura proprio sulla Levi Black, la pista di gara. Da Lech, dove hanno disputato il parallelo, arriveranno adesso le altre quattro che completano il contingente azzurro: l’Italia dello slalom donne ha sette posti, più quello fisso di Della Mea.

Devid Salvadori

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE