Gugu Bosca: «Avanti con il sorriso verso obiettivi sempre più grandi»

Una stagione sicuramente positiva per Guglielmo Bosca quella passata. il ’93 milanese ma di Courmayeur di adozione, reduce dall’ennesimo infortunio, è stato diverse volte intorno alla ventesima piazza in superG ed ha brillato in discesa grazie al quindicesimo posto nel tempio di Kitzbuehel e quindi nono a Kviftjell. «E’ stata un’annata sicuramente più che buona e sempre in crescita. Finalmente regolare e soprattutto in discesa ho fatto ottime gare. Ero reduce da un infortunio, essere così continuo è stato una bella sorpresa anche per me. Adesso? Se penso a tutti gli infortuni e a quando non sapevo se tornare o meno alle gare e ora invece eccomi a combattere vicino ai primi, sono davvero felice e penso che tutto questo sia incredibile. Così ho ancora più entusiasmo del solito e vado avanti sempre con il sorriso verso altri obiettivi ancora più importanti», ci dice Gugu.

Quest’anno il suo coach Lorenzo Galli è il referente del gruppo Coppa del Mondo. «Una formazione ottima, lavorare con Galli e tutto lo staff è sicuramente motivante. Abbiamo fatto già tre raduni atletici con il nuovo preparatore Davide Verga, adesso ci aspetta un quarto a Livigno prima dei due blocchi a Cervinia-Zermatt sugli sci. Poi c’è in ballo il Sudamerica». Intanto Bosca sta trascorrendo a Courmayeur gran parte dell’estate, dopo le vacanze in Costarica a surfare. Ancora Guglielmo: «Con la squadra abbiamo svolto due stage secco a Formia al centro di preparazione olimpica del Coni e a Courmayeur molto positivi sia per il lavoro effettuato sia per lo spirito di squadra di collaborazione».

E chiude: «Intanto a casa prosegue la mia preparazione fra lavori specifici in bici, in particolare ripetute sul cicloergometro, lavori di forza in palestra e da quest’anno ho trovato molto allenante il nuovo pump track di La Thuile dove con i roller riesco a fare esercizi davvero simili allo sci. Sento la gamba che lavora, ci sono onde di continuo, serve essere in equilibrio. Un training simile allo sci, forse il più specifico a secco».

Altre news

La Val Gardena cala il tris e recupera la discesa di Beaver Creek

La prossima settimana la Coppa del Mondo maschile farà tappa in Val Gardena, località che quest'anno cala il tris perché la Fis ha deciso di assegnare al comitato Saslong Classic il recupero della discesa cancellata qualche giorno fa a...

Arriva Race ski magazine 169 di dicembre

È arrivata la neve, le località aprono e l’inverno entra nel vivo. Ormai ci sarà una gara dietro l’altra fino al termine della stagione, dalla Coppa del Mondo alla Coppa Europa, passando per moltissimi eventi giovanili e i Campionati...

Il Collegio di Garanzia del Coni legittima definitivamente Roda presidente Fisi

Il Collegio di Garanzia del Coni si è nuovamente espresso in materia di eleggibilità del presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Flavio Roda. In precedenza c’erano stati passaggi degli organi giudiziari Fisi e successivamente da parte proprio del Collegio...

Agazzi: «Goggia scia più sui piedi e così è maggiormente scorrevole»

Che esordio per Luca Agazzi. Pronti via una doppietta straordinaria con la sua Sofia Goggia E si, perchè da quest'anno il trio delle meraviglie (Goggia - Brignone - Bassino) può avvalersi di un tecnico di fiducia personale con la coordinazione...