Con il gigante si é chiuso il Trofeo Biberon, l’evento di sci giovanile tra i più attesi dell’anno a Forni di Sopra. Sotto una bella nevicata domenicale, le atlete hanno dato il via alla competizione su un tracciato che ha messo a dura prova lo staff tecnico in pista per garantire le condizioni migliori ai partecipanti. Ad alzare le braccia ale cielo sono state Sara Grassi dello CAI XXX Ottobre nelle Cucciole 1 e Sofia Carniel del 5 Cime Pordenone nelle Cucciole 2, che si é aggiudicata anche il premio per la migliore ‘assoluta’. La competizione maschile si è svolta con un miglioramento delle condizioni meteo, che ha permesso agli atleti ottime prestazioni e grande agonismo lungo l’intero tracciato della Cimacuta. Sul gradino più alto del podio sono saliti Tommaso Zanardi del 18 di Cortina nel Cuccioli 1 e il bosniaco Anur Mehic nei Cuccioli 2, risultando anche il migliore assoluto. Tra le società, trionfa il Monte Lussari precedendo 18 e 5 Cime.
Nonostante il format ridotto, causa restrizioni da pandemia e relative normative e regole da rispettare, tra cui quella della partecipazione alla singola gara di un numero massimo di 120 atleti e l’esclusione dei più piccoli, l’evento, organizzato dallo Sci Club 70, ha visto la presenza, oltre a numerosi tesserati del Friuli Venezia Giulia, anche atleti provenienti dall’estero (Bosnia Erzegovina, Croazia, Slovenia e Polonia) e da altre regioni italiane nel fine settimana impegnati nelle tre gare, slalom e gigante e gimkana di sci nordico, che hanno aperto la stagione agonistica Pulcini del Comitato FVG.
Tutte le classifiche sono disponibili su www.sciclub70.com