Spagnoli, canadesi, americani. Un Golden Team Ceccarelli sempre più pro internazionale con i ragazzi non Italiani che si integrano alla perfezione con gli atleti dello sci club piemint4se. Provare ad avvicinarvi alla zona partenza di un tracciato d’allenamento a Les Deux Alpes: la cosa che prima colpisce è il fatto che per radio come tra gli atleti che si preparano per la loro discesa, si sentono frasi e feedback tecnici in italiano ma soprattutto in inglese. E che integrazione!

L’aspetto internazionale del training center di Les Deux Alpes è stato sin dagli inizi una priorità del club, volto si ad offrire una base stanziale ai propri atleti della quale usufruire per tre mesi consecutivi, ma anche un polo internazionale che possa ospitare atleti stranieri offrendogli tutti i servizi necessari per un periodo lungo di più settimane (logistica, materiali,  preparazione atletica) .

Questo tipo di apertura ha permesso allo sci club di stabilire delle efficienti collaborazioni con Ski College e Università americane, joint ventures che negli anni hanno creato delle opportunità uniche di allenamento negli States in formula pre-season, come ad esempio gli Speed Camp per gli U14/U16 coordinati da Radamus  responsabile della pista di velocità a Copper Mountain (papà del talento americano River Radamus).

Ora, nell’estate 2021, nasce un’altra partnership interessantissima, quella con l’Universita  americana di Saint Lawrence. L’anello di congiunzione tra il Golden Team e questa crew composta da ragazzi canadesi, spagnoli e americani è stata Benedetta Caloro, atleta dell’Aniene, che già dallo scorso anno, godendo di un’academy per meriti sportivi, ha fatto la scelta della stagione invernale negli States. Benny ha avuto modo così di parlare  delle facilities e del metodo tecnico del Golden Team con i suoi compagni di università, proponendola quale soluzione ideale per quegli atleti che desiderano avvalersi di un periodo estivo complementare a quelli istituzionali dei programmi di allenamento universitari.

A completare il gruppo “International anche due atleti dello ski college Stratton Mountain School, Bronson e Matteo, per i quali e’ stato pianificato un percorso preventivamente concordato con lo staff tecnico dello Ski College perché uno degli aspetti fondamentali per il Golden Team è proprio quello della centralità dell’atleta e dei suoi bisogni piuttosto che meri concetti tecnici astratti elargiti come se fossero una verità assoluta. La crescita è sempre facilitata dal confronto e questo è il principio fondante del training center Golden Team che ha come intenzione quella di allargare gli orizzonti utilizzando lo sci come uno strumento, un microcosmo nel quale testare le proprie strategie, la propria motivazione e la capacità di uscire dalla propria aria di confort per imparare cose sempre nuove.