Verena Gasslitter a Formia

Con tempi e modi diversi, stanno tornado. Dopo aver parlato di Roberta Midali, che ha già rimesso gli sci, e Karoline Pichler, ancora alle prese con la riabilitazione che procede al meglio, è il momento dell’aggiornamento sulle condizioni di Verena Gasslitter, infortunatasi lo scorso dicembre a Lake Louise al ginocchio sinistro (rottura del legamento crociato anteriore e del menisco) e immediatamente operata a Innsbruck, in Austria, nella stessa clinica dove tanti atleti del Wunderteam vanno anioni sotto i ferri post infortunio.

Theresa Steinlechner e Verena Gasslitter a Innsbruck: stesso infortunio, anche se non allo stesso ginocchio (@Pag. FB ufficiale)

PAROLA DI VERENA – «All’inizio ho fatto un po’ fatica – ci dice l’atleta altoatesina, classe ’96, bronzo iridato jr. in superG a Sochi 2016 -. Poi pian piano la situazione è migliorata. Ho passato tre settimane a Bad Wiesse, per la riabilitazione, per concludere poi il lavoro a Castelrotto. Il problema principale era la flessione del ginocchio, adesso per fortuna sono quasi posto, mi posso ritenere soddisfatta. Les Deux Alpes a luglio? Credo sia troppo presto per tornare sugli sci, l’appuntamento è rimandato ad agosto e spero poi di non aver problemi per la trasferta in Sudamerica a settembre. Intanto sarò a Formia dal 18 al 24 giugno; durante il primo ritiro ho svolto lavori differenziati su corsa e balzi, che ancora non posso effettuare normalmente, per il resto ho seguito il programma delle altre ragazze». Insomma, ancora un po’ di pazienza e poi anche Verena, 1 vittoria e 5 podi in Coppa Europa, 4 gare in Coppa del Mondo (finora senza punti) tornerà a fare il mestiere che ama di più. Sciare.

Grenier, Ortlieb, Gasslitter il podio del superG iridato jr. a Sochi 2016 @Pag. FB ufficiale