Il Claviere si presenta al via della nuova stagione con qualche novità. «Sono molto contento – spiega il direttore tecnico Francesco Dal Pozzo – che siamo riusciti ad avere con noi Nicolò Cantele, un allenatore di esperienza che verrà inserito negli Allievi, categoria sempre gestita da Matteo Stefanini, con l’aiuto di Andrea Codeluppi». Per loro l’opening sarà proprio il Memorial Fosson. Il club in estate è andato anche in ghiacciaio, ma senza forzare, soprattutto con i piccoli. La novità è stato un survival camp (in collaborazione con il Team Adventure a Cumiana) e sessioni di acrobatica con Riccardo Cecchini. Una struttura organizzata dai Baby ai Giovani. «Il tutto viene gestito con allenatori di riferimento per ogni categoria, ma tendenzialmente lavoriamo molto insieme per mettere i ragazzi in condizione di allenarsi al meglio, venendo anche seguiti, in alcune occasioni, da allenatori che non sono quelli di riferimento. La forte coesione tra il gruppo allenatori è un nostro punto di forza e lo sfruttiamo anche in questo modo». Nicolas Ribotto è il responsabile Pulcini, con la collaborazione di Valentina Pistocchini, Riccardo Dulac, Massimo Debernardi e Claudia Baruzzo. Discorso diverso per la categoria Giovani. «Dall’anno scorso abbiamo consolidato il nostro ottimo rapporto con lo sci club Sauze d’Oulx. È nato un gruppo fantastico che abbiamo chiamato Young United gestito da Corrado Gamba, Laura Jardi, Simone Remolif e da me. Uno staff che va incontro alle esigenze di tutti. Lo Young United ha portato molti vantaggi agli atleti: innalzamento del livello con la possibilità di allenamenti specifici ad personam, confronto tra i ragazzi, forte senso di appartenenza e non per ultimo un buon risparmio per le famiglie. Dello staff fanno parte anche due istruttori che si occupano della preparazione di quei ragazzi che hanno come obiettivo la selezione. Le società credono molto in questo progetto e lo dimostrano di fatto gli investimenti che sono stati fatti per crearlo». E poi non solo pali. «Abbiamo un gruppo freeride – conclude il dt del Claviere – che è stato inserito da qualche anno nella nostra proposta con un buon successo: lo spirito è quello di vivere la montagna a 360*. Il responsabile è Alessandro Mollo. Con la creazione di questo gruppo abbiamo messo le basi per una collaborazione con la Scuola Sci Claviere. Insieme abbiamo sviluppato il già esistente Junior Club, una squadra preagonistica che ci sta dando parecchie soddisfazioni».