De Aliprandini: «Se tornassi in partenza non mi riuscirebbe più una manche così»

Luca De Aliprandini è tornato a brillare. Il trentino della squadra A ha chiuso ottimo settimo nel gigante di Hinterstoder. Migliore azzurro e soprattutto autore di una superlativa seconda manche che lo ha fatto risalire dalla ventiseiesima piazza della prima sessione. Ed ecco cosa ci dice al termine della gara: «Sono davvero soddisfatto. Venivo da uscite mentre sciavo forte, vedi Soelden o Val d’Isere, o da gare incolori. Poi ci si è messa quella caduta in superG in Val Gardena e i conseguenti problemi ad una mano e ad un timpano che mi hanno fatto perdere un po’ di sicurezza. Anche oggi nella prima ero poco brillante, nella seconda manche ho voluto attaccare e rischiare l’ìmpossibile. Ho fatto bene, è venuta fuori una bella manche». E se la ride: «Se tornassi in partenza non mi riuscirebbe più una grande manche come la seconda…».

GLI OBIETTIVI DI ‘FINFER’ DE ALIPRANDINI – Continua Luca, Fiferlo per tutti e Finfer per pochi: «La stagione del gigante è ancora lunga per fortuna, grazie ad annullamenti e rinvii. Ci sono ancora quattro gare infatti, ossia domenica ancora Hinterstoder, il doppio appuntamento di Kranjska Gora e quindi St.Moritz. Devo continuare con questo passo, ma ora ho ritrovato la fiducia».

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...