Luca De Aliprandini ©Beretta Solowattaggio

Luca De Aliprandini sta effettuando con la formazione azzurra il secondo raduno sul ghiacciaio svizzero di Saas Fee. Il trentino è il faro della squadra italiana delle porte larghe e sta lavorando sodo in vista del primo atto di Coppa del Mondo che si disputerà domenica 18 ottobre a Sölden. De Aliprandini ha voglia di mettersi in mostra, cerca insomma quella consacrazione magari con il primo podio della carriera nella massima serie dopo averlo sfiorato in diverse occasioni.

ECCO LUCA – Ci dice De Aliprandini: «E’ stata un’estate diversa, particolare. Dopo oltre dieci anni non sono andato a fare il blocco sugli sci in Argentina e sono rimasto sui ghiacciai alpini. E’ stato strano, fra l’altro nei primi raduni le condizioni non sono state sempre ottimali. Invece adesso il lavoro sta procedendo bene e mi avvio alla prima gara della stagione. L’anno scorso sono stato più regolare del solito, nonostante solo a Sölden e ad Adelboden abbiamo trovato condizioni buone in gara. Mi aspetto una stagione ancora nel segno della continuità e punto al primo podio. Ci si allena sempre per stare davanti del resto…». De Aliprandini guiderà la compagine azzurra per Sölden: questi giorni nel Vallese e i futuri (dal 1 ottobre Hintertux) saranno fondamentali per presentarsi al meglio sul mitico Rettenbachgletscher.