Dallo sci alle attività pomeridiane: a Les 2 Alpes non ci si ferma mai

Com’è andata?
Abbiamo fatto rafting, siamo andati in mountain bike e al laghetto…
Sì, ma a sciare?
Beh, certo: bellissimo.

È un po’ quello che si dicono genitori e figli al parcheggio dell’autostrada, quando si incontrano al rientro dall’uscita estiva con lo sci club a Les 2 Alpes. Soprattutto per i più piccoli, la prima esperienza dello sci sul ghiacciaio deve essere sinonimo di divertimento. E a Les 2 Alpes c’è di tutto e di più: tocca agli allenatori scegliere come vogliono far felici i loro giovani atleti. Divertendosi anche loro. Certo, praticare sci estivo nel dipartimento dell’Isère è senza dubbio piacevole, specie per i più piccoli che nel pomeriggio hanno molteplici possibilità di svago, ma stiamo pur sempre parlando del più grande ghiacciaio sciabile d’Europa, dove si vanno ad allenare davvero tutti. Sci club, comitati regionali, squadre nazionali. Les 2 Alpes è un centro di allenamento estivo, che garantisce piste con pendenze e lunghezze diverse, idonee per qualsiasi disciplina, dallo slalom alla discesa, sino al campo libero e allo snowpark. Insomma un po’ tutti ci siamo stati almeno una volta e sapete di cosa parliamo.

©Pyrene DUFFAU/Les 2 Alpes

A Les 2 Alpes trovi le squadre nazionali francese o italiane e non solo, i giovani dei Comitati, le ragazze e i ragazzi degli sci club. Magari i primi si presentano all’alba per salire subito sullo Jandri, altri se la prendono un pochino (solo un pochino, eh) più comoda; le esigenze sono diverse, la passione la stessa. Les 2 Alpes negli anni è diventata sempre più internazionale con il 21% della clientela che arriva proprio dall’estero, e con l’Italia a farla da padrona, con una quota del 10%. D’altronde ci sono club e allenatori che si trasferiscono a tutti gli effetti a Les 2 Alpes per l’intero periodo estivo, gestendo chalet e strutture con tanto di bandiere e striscioni a identificare che quello è il loro quartier generale. Altri team invece preferiscono la soluzione dell’albergo, che è diventato il loro punto di riferimento stagione dopo stagione: prenotano lunghi soggiorni, facendo poi ruotare differenti categorie. Ormai, quando arrivi a Les 2 Alpes, sai dove alloggia una società piuttosto che un’altra, fa quasi strano vedere cambiamenti, perché ormai si sono create tradizioni e abitudini. Strutture che conoscono ormai alla perfezione le esigenze dei loro ospiti: bisogna preparare la colazione al mattino presto, posticipare i pranzi, organizzare le aree che diventeranno skiroom o deposito materiali. 

©Pyrene DUFFAU/Les 2 Alpes

Lo sci estivo andrà avanti fino al 15 agosto compreso, ma Les 2 Alpes ha già fissato le date anche per il periodo dei Santi: apertura continua dal 15 ottobre al 6 novembre.

La routine è un po’ la stessa: prima parte della giornata dedicata all’allenamento sulla neve, la seconda alla preparazione atletica, ovviamente divertendosi. Les 2 Alpes è un paese sempre attivo, tra chi passeggia in mezzo a ristoranti e negozi, chi preferisce un po’ di allenamento affrontando la discesa a Venosc, chi invece sceglie la via che sorge in mezzo alla distesa di prati verdi, una vera e propria palestra a cielo aperto. C’è spazio per tutti, per chi vuole fare percorsi con i roller su asfalto, per chi vuole fare ginnastica ed esercizi tradizionali, per chi desidera semplicemente correre o trascorrere qualche ora di relax all’aria aperta. Les 2 Alpes è animata e mette a disposizione più di quaranta attività che vanno di molto oltre allo sci. La più adrenalinica è il parapendio, quella più partecipata il downhill: pronti a buttarvi in mountain bike sulla neve nella Highway to Heaven che da quota 3.200 arriva sino a 2.600 metri? Già dal 28 maggio è aperta. E poi paintball, rafting, scivolo acquatico, bob, beach volley o tappettoni elastici, solo per citarne alcuni. Per qualche giorno i telefonini si mettono da parte, si gioca dal vivo e non davanti a uno schermo. Al massimo sono gli allenatori a usarli per fare le foto di rito da mandare sulla chat di whatsapp dello sci club. 

©Pyrene DUFFAU/Les 2 Alpes

Detto questo, a Les 2 Alpes si va per sciare, perché quello è comunque il pezzo forte, quei 30 chilometri di piste del ghiacciaio. Un punto di riferimento imprescindibile per tutti, gli atleti professionisti in primis, che magari sfruttano già i primi giorni dell’apertura, prevista a fine maggio, per testare i materiale della stagione successiva.  Da metà giugno è prevista l’apertura totale della stagione: due mesi pieni per chi deve mettere a punto tecnica e movimenti, secondo naturalmente precise esigenze. A Les 2 Alpes ci sanno fare: hanno capito che lo sci è fondamentale, ma non si vive solo di sci. Stanche ma felici, ecco le facce di chi torna. E che ogni anno ci vuole tornare e spera che il suo club metta in calendario almeno una trasferta francese. 

©Pyrene DUFFAU/Les 2 Alpes

UNA ESTATE RICCA DI EVENTI
Sport, sci, divertimento ed eventi di tutti i generi. A Les 2 Alpes non ci si annoia mai. Sono in programma giornate dedicate ai motori a due e quattro ruote, alle bici su strada e al downhill, da sempre una grande tradizione. Tutto questo non prima di aver ripulito la montagna: l’11 giugno infatti è il giorno fissato per raccoglie- re i rifiuti e far risplendere ancora di più la località. A fine agosto una delle novità dell’estate: quattro giorni de- dicati al trailers con diverse prove in programma. Il 30 luglio raduno Vespa, altra novità di quest’anno. 

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.