Criterium Cuccioli, Yuri Colturi e Anja Torroni a segno nello slalom. Nello ski-cross vincono Gregorio Buffatti e Sofia Lanz

Prima giornata della fase nazionale del Criterium Cuccioli. La prima volta della manifestazione in Trentino, sulle nevi dell’Alpe Cimbra: slalom per i nati nel 2011 sulla Salizzona di Fondo Grande, ski-cross per gli under 11 a Passo Vezzena.

Fa caldo, ma il lavoro degli organizzatori – con Polisportiva Ski Team Alpe Cimbra, Falconeri Ski Team, Sci club Città di Rovereto e Sci club Panarotta che hanno unito le forze per l’occasione – è stato impeccabile. Per lo slalom già di primo mattino, erano pronti i quattro tracciati, in modo da velocizzare le operazioni: terminata la prima manche, così non c’è stato bisogno di ritracciare, era già tutto predisposto per la seconda. La pista poi ha retto alla grande, visto che il fondo era stato barrato già mesi fa per gli allenamenti delle Nazionali statunitensi che qui sono di casa.
Nella zona di Lavarone, poi il lavoro è stato ancora più intenso, disegnando il tracciato dello ski-cross, nonostante le condizioni di innevamento ormai primaverili.

I quattro tracciati sulla Salizzona

Doppia manche per lo slalom, come sempre a pettorali invertiti nelle due discese. Nella gara maschile sigillo vincente di Yuri Colturi del Golden Team Ceccarelli, in rimonta di due posizioni nella seconda run, che precede Pietro Desogus del Borgata e il portacolori del Sai Napoli Lorenzo D’Acunto, leader a metà gara. Nei primi dieci tanti atleti dei Comitati Alpi Occidentali e Alto Adige: nell’ordine Edoardo Badaracco del Bardonecchia, i gardenesi Mattia Vinatzer e Stefan Prinoth, Emanuele Croce del Lancia, Alan Piccolruaz ancora del Gardena, Paolo Stromsather del Sai Napoli e Iven Plank del Nova Levante.

LA CLASSIFICA DELLO SLALOM

Anche nello slalom rosa successo in rimonta, firmato da Anja Torroni del Crammont che si è imposta su Anita Bonzi del 13 Clusone e da Jennifer Slaifer Ziller dello Sporting Campiglio; quarta piazza per Carolina Di Pascale del Lancia, quinta Letizia Wenter Heiss del Sarntal, quindi Ludovica Donini dello Ski Team Paganella, Vicky Insam del Gardena, Cloe Bal del Crammont, Nicole Ciech dello Ski Team Alpe Cimbra e Nicole Viel del Ponte nelle Alpi a completare la top ten.

Il podio dello slalom femminile ©Pegasomedia

Nello ski-cross di Lavarone a segno Gregorio Buffatti del Fassactive, che ha fatto segnare il miglior tempo davanti a Robin Kelder del Gardena, con Mattia Telesforo dello sci club 18 sul terzo gradino del podio; completano la top ten Elias Rudiferia dello Ski Team Alta Badia, Giulio Rada Lazzaroni del Ponte di Legno, Leonardo Fantuz del Wonder, Edoardo Garziera dello Sporting Campiglio, Simone Mochet del Crammont, Moritz Wenger dell’Ahrntal e Gregorio Marabelli Gallo del Gallio.
Al femminile detta legge il Comitato Alto Adige: vittoria di Sofia Lanz dello Jochtal, prima davanti a Elena Haselrieder del Völs Am Schlern, con terza la portacolori del Crammont Maidel Lustrissy. Quarta Julia Trocker anche lei del Völs Am Schlern, quinta Camilla Forti dell’U.S. Dolomitica, poi Claudia Bellandi del Brixia, Julia Plunger del Kastelruth, Dafne Colantoni del 3Punto3, Mia Molling dello Jochtal e Michelle Dal Farra del Limana nelle prime dieci posizioni.

LA CLASSIFICA DELLO SKI-CROSS

Domenica si replica, ovviamente con le categorie che invertono le gare: slalom under 11 a Fondo Grande, mentre gli under 12 impegnati nello ski-cross a Passo Vezzena. A seguire, alle 15 in piazza Marconi a Folgaria, le premiazioni finali.

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...