Dominik Paris ©Fisi

Rinvii ripetuti, partenza abbassata, pulizia della pista e finalmente in Colorado si può gareggiare anche oggi. Applausi per Dominik Paris: ancora un terzo posto. Dopo il podio in discesa sulla Men’S Olimpica/Esar Summit di Lake Louise, arriva il podio nel superG sulla Birds of Prey/Golden Eagle di Beaver Creek. Continuità Paris insomma, davvero un’altra prestazione convincente del gigante della Val d’Ultimo che conferma ancora una volta di essere fra i migliori intrepteti della velocità. Due tappe, due podi: adesso arriva la Val Gardena per gioire sulle nevi di casa davanti ai nostro tifosi. Domme questa volta divide la terza piazza con due norvegesi, ovvero Aksel Lund Svindal e Aleksander Aamodt Kilde. E chi firma il superG? L’austriaco Max Franz, con lo svizzero Mauro Caviezel secondo come ieri che è distaccato di 33 centesimi. I terzi sono a 41 centesimi. Poi arriva l’Austria con Christoph Krenn partito con il 35 sesto, quindi Vincent Kriechmayr e Matthias Mayer,  settimo e ottavo. Nono lo sloveno Klemen Klosi e a chiudere la top ten il norvegese Kjetil Jansrud.

Guarda la classifica dalla pagina del calendario 

MARSAGLIA CRESCE – E gli altri azzurri? Bene davvero Matteo Marsaglia: dodicesimo con il 43, a solo tre decimi dal podio. Christof Innerhofer ventiquattresimo a 1.30, mentre trentatreesimo a 1.56 Emanuele Buzzi e trentottesimo Riccardo Tonetti, al via tuttavia con il 73. Poi c’è Mattia Casse oltre la cinquantesima posizione. A causa della caduta nella discesa di ieri, per precauzione non ha preso parte alla partenza il tre volte vincitore di Coppa del Mondo di specialità Peter Fill. Out Luca De Aliprandini. 

DOMANI GIGANTE – Domani tocca ai gigantisti. Dopo l’annullamento di Soelden, gara che sarà recuperata il 20 dicembre a Saalbach, negli States ecco il primo atto fra le porte larghe di Coppa del Mondo della stagione. E allora occhi sulla Serra Armada. Staremo a vedere…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.