Ecco a Cortina d’Ampezzo il battesimo della nuova pista in zona 5 Torri Lino Lacedelli, con il Sindaco Gianpietro GhedinaLuigi Sant’Andrea Commissario di Governo per Cortina 2021, Alessandro Benetton presidente di Fondazione Cortina 2021, Alberto Ghezze responsabile area sportiva Fondazione Cortina 2021, Kristian Ghedina ex discesista azzurro, Marco Zardini presidente del Consorzio Impianti a Fune di Cortina e di Impianti Averau e la famiglia Lacedelli.

NEL VIDEO IL CONSIGLIERE FISI STEFANO LONGO 

 

IL PENDIO – La pista Lino Lacedelli, in memoria dell’ampezzano che nell’estate 1954 scalò gli 8609 metri del K2, sarà dedicata agli allenamenti di squadre nazionali, comitati, ed ovviamente ai sodalizi locali che riusciranno ad allenarsi con efficacia nei periodi di maggior afflusso turistico a Cortina. Già messa in sicurezza, esiste un programma di innevamento e  tutti quei sottoservizi utili per il training come fibra e cronometraggio. Il pendio si sviluppa su 1.245 metri con una larghezza che va da un massimo di 60 a un minimo di 40 metri, un dislivello di massimo di 280 metri e una pendenza massima del 57% che rendono la pista indicata per allenamenti e gare. Così un altro tassello in vista dell’evento iridato, dopo il restyling della Olympia delle Tofane, la nascita della Vertigine,i lavori sulle piste del Col Druscié e la nuova finish area a Rumerlo.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.