Arriva Race ski magazine 169 di dicembre

È arrivata la neve, le località aprono e l’inverno entra nel vivo. Ormai ci sarà una gara dietro l’altra fino al termine della stagione, dalla Coppa del Mondo alla Coppa Europa, passando per moltissimi eventi giovanili e i Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Ci si tuffa nella stagione e arriva anche Race 169: il numero di dicembre (144 pagine, prezzo copertina 6 euro) entrerà in distribuzione mercoledì 7 dicembre; lo troverete nella vostra buca delle lettere oppure in edicola. Un numero speciale, dedicato al mondo femminile. Non solo atlete, anche tanti volti conosciuti che lavorano nello sci.

LA NUOVA E RITROVATA KAELA – La cover story è dedicata a Mikaela Shiffrin, che si racconta a tutto campo, ripercorre le ultime stagioni non così semplici, i suoi obiettivi, di come è cambiata la sua vita, le sue aspettative e della storia con Kilde. Tante curiosità della “macchina Mika” che è cambiata e di molto, così come il suo soprannome: “Kaela”.

©Atomic

SENZA GIRI DI PAROLE – A fine estate siamo stati a Saas-Fee per andare a scoprire Camille Rast, lo scorso anno autrice di alcune belle prestazioni, anche se ora è partita con maggiore fatica. È seguita da uno skiman italiano, si chiama Vianello e fa rima con campioni, perché sono tanti i big del passato che ha seguito.

©Alessandro Belluscio

MIRJIAM STRIZZA L’OCCHIO AL FUTURO – Sul podio olimpico a Pechino, ora riparte con tanti nuovi obiettivi, ma senza particolari aspettative perché dopo l’infortunio ha capito che nello sci quasi nulla può essere programmato, men che meno a lungo termine. È diventata una star in Austria, dove si vive di sci, ma in estate ha trovato tempo anche per seguire il corso in Polizia.

©Atomic/Gepa Pictures

DALLA CRISI ALL’OLIMPO – Se pensate che Sara Hector sia esplosa così, da un giorno all’altro, vi state sbagliando. Da qualche stagione ha deciso di azzardare un cambio radicale nella preparazione, affidandosi al tecnico Pierre Miniotti che ha capito come poter gestire il suo enorme potenziale. I risultati li avete visti tutti…

©Head Ski

LA SINFONIA DI ZRINKA – Sarebbe bello sentire la Ljutic, ci siamo detti. Era una manciata di giorni prima degli slalom di Levi e lei ha subito risposto (alle nostre domande) e con uno splendido settimo posto. Ci ha parlato di papà Amir, che la segue sugli sci e sul windsurf, perché sì, fa anche quello, oltre ad amare la musica.

©Agence Zoom

I SOGNI A OCCHI APERTI DI GIULIA E FRANCESCA – Sono Valleriani e Carolli, due azzurrine che sono cresciute insieme e che da sempre condividono la vita delle sciatrici. Arrivano dagli Appennini e oggi proseguono il loro cammino a braccetto, indossando la giacca della Nazionale giovanile.

Ma sono tanti altri gli argomenti di questo numero. Siamo stati in Val Senales per scoprire come sta Serena Viviani, all’inizio di una nuova ripartenza e poi ancora Olga Zambaiti (presidente dello sci club Radici da parecchio tempo), Elena Valt che ha vissuto esperienze anche ad alto livello e poi la storia di Clelia Bagnasacco e Lucrezia Lorenzi, che insieme hanno deciso di avventurarsi in una bella sfida, che ha già dato i primi frutti. Abbiamo inoltre voluto parlare con Carola Ghisalberti e del mondo di bambini che gestisce sulle nevi dell’Aprica e di tante altre curiosità.

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.