Course name Olympia ©Pez

Le nevi svedesi di Åre ospitano l’ultimo atto del Mondiale 2019. E’ il turno dello slalom maschile. Per inciso, non si capisce perchè in ogni rassegna lo slalom dei ragazzi è sempre lasciato in fondo, il fanalino di coda insomma. E non si capisce proprio perchè visto il livello tecnico mostruoso dei protagonisti delle porte strette. Ma è cosi, e noi vogliano sperare che viene lasciato per ultimo in quanto rappresenta il gran finale, l’ultimo atto prima di far calare il sipario. E allora oggi si gareggia sulla Olympia con partenza alle ore 11: spettacolo sarà. Sicuramente. Sono quattro i ragazzi azzurri che lotteranno per una medaglia in questo angolo di Scandinavia. Manfred Moelgg al via con il numero 12. Quindi Stefano Gross 18, Giuliano Razzoli 22 e Alex Vinatzer 34. 

Guarda la start lista dello slalom 

MOELGG IN RECUPERO – Moelgg sta meglio. Il ladino di Mareo, dodici anni fa d’argento in slalom ai Mondiali proprio qua ad Årenon ha effettuato l’allenamento della vigilia, ma ha dedicato il pomeriggio a pedalare in appartamento e a riposarsi dopo lo sforzo del gigante quando era ancora febbricitante. C’è tanta curiosità per Alex Vinatzer: eccolo al suo primo Mondiale dopo l’esperienza olimpica coreana. Sembra adatto a Giuliano Razzoli il pendio svedese: l’olimpionico di Vancouver è in crescendo di forma, come anche del resto Stefano Gross, altro pezzo da novanta della formazione azzurra. A fine ricognizione ecco Daniele Simoncelli, staff tecnico, a proposito della condizione della Olympia: «Fa più freddo è vero, ma la paura è che la crosta ghiacciata sopra si spacchi dopo qualche passaggio». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.