Andrea Weiss ai piedi della pista La Volata

Dopo 25 anni Andrea Weiss lascia l’APT Val di Fassa. Lo fa dopo mille esperienze, progetti, iniziative e va in pensione proprio nell’anno maledetto della pandemia. «Ho dato tanto e mi ha dato tanto APT Val di Fassa, adesso c’è bisogno di nuove energie. Lascio dopo 25 anni di lavoro a tutta…», fa sapere Weiss. Continua il dirigente ladino: «E’ stato un anno che ricorderemo tutta la vita, un anno davvero difficile ma in Val di Fassa abbiamo cercato ugualmente di proporre progetti ed iniziative. La promozione è passata attraverso l’agonismo, lo sport, il nostro territorio quest’anno è stato ricco di eventi con le due gare maschili di Coppa Europa sulla Aloch, le gare al Passo San Pellegrino del circuito continentale femminile e sempre su La Volata il recupero di Coppa del Mondo donne. Abbiamo messo le basi sicuramente per essere ancora protagonisti nel massimo circuito e siamo a disposizione ancora per recuperi. E poi è stato confermato il progetto con la Federazione Italiana Sport Invernali ‘piste azzurre’ che ha permesso ai tanti gruppi di lavoro della squadra nazionale di allenarsi sui nostri pendii. E anche per gli stranieri la Val di Fassa ormai è sempre più un riferimento per il training. E grazie all’agonismo, anche diversi operatori sono riusciti in parte a lavorare nonostante questo inverno di chiusure. Abbiamo sempre creduto nello sport come veicolo di promozione turistica e la soddisfazione di avere parlato del nostro territorio nonostante quest’inverno, che per certi versi non è mai partito, è stato un elemento sicuramente lodevole ed appagante per tutti noi».