A Losanna la reginetta è Klopfenstein. In gigante 9a Mathiou – LIVE

Ai Giochi Olimpici giovanili di Losanna 2020, la reginetta è lei, la svizzera Amelie Klopfenstein che è passata dal ruolo di riserva (il suo avvio di stagione non era stato dei migliori) a quello di grande protagonista. Oro in superG, bronzo in combinata, di nuovo oro in gigante. Era quarta dopo la prima manche, ma grazie al secondo tempo di frazione ha recuperato i 62/100 che la separavano dalla finlandese Rosa Pohjolainen e ha vinto. Davanti al suo pubblico, davanti ai tifosi di casa, davvero numerosissimi nel parterre di Les Diablerets, in una giornata baciata dal sole. La finlandese, leader dopo la prima manche, si è dovuta accontentare della medaglia d’argento, con un distacco di 14/100, uno in meno dell’austriaca Amanda Salzgeber, anche lei grande attesa e protagonista. 

L’americana Emma Resnick ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda frazione. Ha fatto una manche strepitosa, sfruttando il tracciato disegnato dal suo allenatore. Non è bastato: quarto posto e medaglia di legno, con un distacco di 48/100 nei confronti della vincitrice. 

L’Italia non riesce nella grande impresa. Sophie Mathiou sbaglia due volte, esce lenta nell’ultimo tratto e conclude nona, a 1”43 dalla vincitrice, un centesimo più veloce di Alice Calaba, decima. «Ho sbagliato, peccato ci ho provato – ha detto Mathiou -. Ora avanti con lo slalom, sto sciando bene anche lì». Annette Belfrond recupera undici posizioni nella seconda manche e sul traguardo è diciassettesima. Ha sbagliato tanto nella prima manche, era troppo indietro per fare il grande recupero.

Domani a Les Diablerets si corre il gigante maschile: in pista Edoardo Saracco, Marco Abbruzzese e Gian Maria Illariuzzi. 

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...