Chiara Costazza in azione a Flachau nel gennaio 2016 (@Zoom agence)

Da Semmering a Flachau, dalla Bassa Austria al Land del Salisburhgese: si chiude oggi, passando da Zagabria e Maribor, una serie di sette gare tecniche consecutive nella Coppa del Mondo femminile 2016-2017. In “notturna”, con manche alle 17.45 e 20.45 (diretta TV su RaiSport1 ed Eurosport1), va in scena il settimo slalom della stagione. Mikaela Shiffrin, che ne ha conquistati cinque finora, può portare a 405 punti il suo vantaggio in classifica generale nei confronti di Lara Gut, oggi comunque in gara. Attenzione però: su 19 prove disputate finora comprendendo quella odierna, soltanto cinque sono state veloci (tre discese e due superG). La ticinese può provare a colmare il gap entro fine gennaio, dopo Altenmarkt-Zauchensee, Garmisch-Partenkirchen e Cortina d’Ampezzo, con il mezzo il gigante di Kronplatz. Prima della rassegna iridata andrà in scena anche il City Event di Stoccolma.

Wendy Holdener, Mikaela Shiffrin e Frida Hansdotter sul podio dello slalom di Maribor 2017 (@Zoom agence)
Wendy Holdener, Mikaela Shiffrin e Frida Hansdotter sul podio dello slalom di Maribor 2017 (@Zoom agence)

FLACHAU – Gara dunque dai mille motivi d’interesse. Veronika Zuzulova, che qui vinse due volte consecutivamente un anno fa, deve riscattare l’uscita di Maribor dopo aver trionfato però in Croazia. Shiffrin vede le avversarie avvicinarsi nella disciplina, Zuzulova, Vlhova, Holdener, e Hansdotter su tutte, ma per ora ne dispone a piacimento, inforcate a parte. Sarà così anche questa sera? Il livello pare leggermente in crescita per tutte. Anche per le italiane.

CONDIZIONI – «A Flachau fa freddo, previsti -10° gradi durante la gara – ci dice il responsabile Luca Liore -. Avevano barrato, ma poi sono caduti 40cm di neve negli ultimi giorni… Bisogna vedere se puliranno bene la pista, sotto il duro c’è sicuramente. Le nostre ragazze restano in buone condizioni e ieri hanno svolto un ottimo allenamento. La fiducia cresce, l’obiettivo principale è portare Costazza e Irene Curtoni (già presente, deve restarci) nel primo gruppo della start list per i Mondiali. Manuela è in forma, speriamo che Martina si qualifichi da dietro: con il 65 sarà dura, ma sta sciando bene».

START LIST 

AUSTRIA – Ci troviamo sempre nella regione del Pongau, Land del Salisburghese, nel cuore centro-occidentale del paese, non lontano comunque da Schladming, dove si tennero i Mondiali 2013. Clima sempre straordinario da queste parti, soprattutto in notturna.

STORIA – Sarà il decimo slalom femminile della storia della Coppa del Mondo a Flachau. Si è gareggiato qui nella specialità dagli albori del nuovo secolo, in un caso anche per le finali di Coppa organizzate ad Altenmarkt im Pongau, vinse sempre (due volte) Janica Kostelic. Nelle ultime sette annate gara in notturna con successi di Veronika Zuzulova, appunto, Marlies Schild e Mikaela Shiffrin (tutte due volte), quindi anche Poutiainen, Riesch e Hansdotter, nel gennaio 2015. Nessun podio per l’Italia nella specialità (ma ci sono riuscite Bibiana Perez in superG nel 1993 e Federica Brignone in gigante nel 2016), solamente due decimi posti ottenuti entrambi da Manuela Moelgg. Dunque Flachau specialista in slalom, ma con eccezioni anche al femminile.

Martina Perruchon premiata ©Andrea Chiericato
Martina Perruchon premiata ©Andrea Chiericato

PISTA – Il tracciato normalmente è disseminato di dossi, spesso con figure in entrata o in uscita, e solitamente la gara si vince nella seconda parte, cercando proprio di acquisire velocità su queste “onde” per lo più artificiali, perché di pendenza vera e propria ce n’è pochissima.

ITALIA – Cinque posti a disposizione per le azzurre: saranno in pista Chiara Costazza, a caccia del primo gruppo di merito, Irene Curtoni, Manuela Moelgg e la rientrante Martina Perruchon.

CLASSIFICA DI SPECIALITA’

TUTTI I PODI A FLACHAU IN SLALOM