Il suo ruggito e il nostro ruggito abbiamo già scritto. E si, il suo esempio rimane sempre sfavillante per tutti. Stefano Baruffaldi è duro a mollare, ci ha sempre creduto e si è allenato con costanza e regolarità in questi anni nonostante esclusioni e mille difficoltà. Ma il Leone di Dervio, ex azzurro e con due presenze in Coppa del Mondo ma che non fa più parte del gruppo sportivo della Finanza, ha deciso di continuare il suo viaggio.

AVANTI CON IL GLOBAL RACING – Siamo stati con questa bandiera degli #InossidabiliSenior a Colico, dopo un allenamento di atletica in riva al lago. «La passione è ancora tanta e anche la voglia di allenarmi. Certo, ho bisogno di certezze, uno spiraglio per capire se posso avere ancora delle possibilità per esprimermi. L’anno scorso mi sono allenato con il Global Racing e adesso che sono in procinto di continuare, seguirò ancora programmi e metodo di questo gruppo con cui mi sono trovato bene per capacità e professionalità. Adesso ho in programma uno stage indoor e poi una quindicina di giorni a Saas Fee», ci dice Baru con quella pacatezza che sembra nascondere quel fuoco che ha dentro. E sembra proprio che Baruffaldi di certezze ne abbia. Il lecchese è 71° al mondo in gigante e la Federazione Italiana Sport Invernali avrebbe assicurato al vincitore di due anni fa del Gran Premio Italia Senior la sua presenza al primo atto di Coppa del Mondo fra le porte larghe di Sölden dopo un allenamento con gli azzurri per vedere effettivamente la condizione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.