Stuffer, Schnarf e Schmidhofer in allenamento a Copper Mountain (@Stuffer)

Archiviata Killington è già tempo di pensare all’esordio nelle prove veloci di Lake Louise, tappa di velocità salvaguardata a livello femminile (e annullata invece al maschile). Praticamente tutte le squadre hanno già raggiunto la località situata all’interno del Banff National Park domenica 27 novembre, da Copper Mountain oppure da Boston. Le velociste azzurre sono sbarcate ieri in Canada, da Denver: Elena Fanchini, Johanna Schnarf, Verena Stuffer, Nicol Delago, Verena Gasslitter, Anna Hofer, Lisa Magdalena Agerer (queste ultime due atlete a loro spese dopo aver guadagnato il posto fisso in superG attraverso la Coppa Europa). Arriveranno in giornata anche le polivalenti da Killington (Brignone, Goggia, Marsaglia, Elena Curtoni, Nadia Fanchini). Costazza, Moelgg, Bassino, Irene Curtoni e Pirovano faranno ritorno a casa.

Lake Louise, lavori in corso. Ma è tutto pronto per le prime prove cronometrate (@Pag. FB ufficiale)
Lake Louise, lavori in corso. Ma è tutto pronto per le prime prove cronometrate (@Pag. FB ufficiale)

SCELTE – I posti a disposizione per l’Italia femminile in velocità sono tanti e qualche “grattacapo” ci sarà, forse, per il responsabile del team, Alberto Ghezze, in fase di scelta, assieme al dt Guadagnini e al ds Rinaldi. Sono ben dodici infatti, complessivamente, le azzurre presenti nello stato dell’Alberta. Le gare scatteranno venerdì 2 dicembre: prima discesa alle 20.30, replicata sabato 3, alla stessa ora (italiana). Domenica 4 superG, alle 19 italiane. Dal 29 novembre al 1° dicembre tre sessioni di prove cronometrate, come sempre a Lake Louise.

15218370_10207762728694005_1945685725_n

DISCESA – Nove i posti disponibili in casa Italia in questa specialità. Rientrano nel primo gruppo, grazie all’assenza di Veith, Vonn e Yurkiw (ritirata), Elena Curtoni e Johanna Schnarf, che si vanno ad aggiungere alla già presente tra le prime 15 Nadia Fanchini, vincitrice lo scorso anno a La Thuile. Tra le trenta della start list ecco anche Stuffer, Elena Fanchini, Marsaglia e, se dovesse essere confermata l’assenza di McKennis (probabile) e Suter (possibile), pure Goggia. Abbiamo citato dunque sette azzurre e loro dovrebbero essere tutte in gara nelle libere del 2-3 dicembre, anche se Stuffer, pur in crescendo di condizione, deve testarsi dopo l’infortunio al ginocchio. Se le sensazioni in prova saranno positive, tutto ok. A quel punto mancherebbero due pettorali, in teoria. In realtà no, perché Nicol Delago è già certa della presenza in gara almeno in libera. Dunque, ne restsa soltanto uno, uno per tre: in prova, tra martedì e giovedì, Gasslitter, Hofer, Agerer si giocheranno l’ultimo posto disponibile, mentre Brignone sarà presente nei training per prendere confidenza con la pista (mai testata prima), pur gareggiando solo in superG, a meno di tempi clamorosi in prova…

Lake Louise (@pag. FB ufficiale)
Lake Louise (@pag. FB ufficiale)

SUPERG – A proposito di superG: undici posti a disposizione nella disciplina per l’Italia, record, con dodici italiane in Canada. Una resterà fuori. Chi? Deciderà ovviamente Guadagnini con Alberto Ghezze, ma forse in questo caso c’è qualche certezza in più: tra le trenta della start list intanto vi sono Brignone, Nadia Fanchini, Schnarf, Marsaglia, Elena Curtoni (tutte presenti anche nel primo gruppo, le ultime due grazie alle assenze di Veith e Vonn), più Goggia ed Elena Fanchini, in totale sette. Gasslitter, Agerer e Hofer (il podio finale della classifica di Coppa Europa 2015-2016 in superG) saranno al cento per cento al cancelletto di partenza. E siamo a dieci, sicure. L’ultimo posto disponibile probabilmente toccherà a Nicol Delago in quanto Verena Stuffer è al rientro dopo otto mesi e l’infortunio al ginocchio, forse non è il caso di disputare tre gare in tre giorni. Non è nemmeno tra le prime trenta della start list, come però la stessa Delago. Comunque, non vi è ancora nessuna certezza. Vedremo.

Nicol Delago, la prima da destra (@Delago)
Nicol Delago, la prima da destra (@Delago)

GARE – Provando a… indovinare, e in anticipo rispetto alle prove (quindi rischiando…), secondo noi gareggeranno Nadia Fanchini, Schnarf, Curtoni, Elena Fanchini, Goggia, Marsaglia, Stuffer, Delago e Hofer in discesa; Brignone, Nadia Fanchini, Curtoni, Marsaglia, Schnarf, Goggia, Elena Fanchini, Gasslitter, Hofer, Agerer e Delago in superG. La parola fra pochi giorni spetterà alla “triade” Guadagnini, Ghezze e Rinaldi. Le prove magari ci chiariranno le idee. Hofer sembrerebbe avere più potenziale in discesa rispetto a Gasslitter e forse anche alla stessa Agerer, ma in realtà è tutto da dimostrare poi in pista. E’ più divertente così, no?

15211524_10207761803190868_1153431429_n