Tutti a casa Moelgg. Torna Borsotti. Nani, piccolo stop per la schiena

Gli azzurri soggiornano al Moelgg Dolomites Residence

0
Gli azzurri posano al Moelgg Dolomites Residence

Terzo giorno di allenamento oggi sulle nevi altoatesine del Passo Furcia, per la formazione degli slalomgigantisti azzurri al gran completo. Infatti agli ordini di Max Carca e Steve Locher gli undici ragazzi che si stanno preparando per i prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo. E così training di slalom e gigante sue due linee per Stefano Gross, Giuliano Razzoli, Patrick Thaler, Riccardo Tonetti, Manfred Moelgg, Tommaso Sala, Simon Maurberger, Roberto Nani, Florian Eisath, Luca De Aliprandini, Giovanni Borsotti. Domani ultimo giorno, ma Sala, Maurberger e Ballerin sono tornati a casa dal momento che partiranno poi per la Finlandia in vista del primo atto di Coppa Europa. Gli azzurri soggiornano al Moelgg Dolomites Residence gestito proprio da Manfred e Manuela a Mareo/San Vigilio di Marebbe.

BORSOTTI E’ TORNATO SULLA NEVE – Riecco Giovanni, al rientro sulla neve dopo l’ennesimo infortunio. Ma quando tornerà in gara? Eccolo: «Vedremo, intanto ho fatto campo libero e proverò fra i pali. Non ci sono ancora tempi certi. Alta Badia? Mi piacerebbe ma non so ancora, valuterò con Max Carca, Luca Casali e Alberto Sugliano come muovermi. Intanto a casa, a Bardonecchia, mi aiuta nella riabilitazione Luca Restelli».

2016-11-23-photo-00000047

NANI A CASA PER IL MAL DI SCHIENA. INTANTO MOELGG PUNTA AI GIGANTI DI VAL D’ISERE – E’ tornato a casa con un giorno di anticipo Roberto Nani, che tuttavia aveva smaltito la contusione per la caduta di tre settimane fa in allenamento in superG. Il livignasco ha dolori alla schiena. Dopo il podio a Levi, Manfred Moelgg ha una voglia matta di esprimersi anche in gigante ad alto livello. Ci dice il ladino: «Quando sto bene sono competitivo e penso di avere ancora margine in slalom. Adesso mi aspettano due giganti in Val d’Isere, uno su un pendio più dolce e l’altro nella settimana a seguire sul ripido. In estate ero molto veloce fra le porte larghe, voglio primeggiare anche in questa specialità e ho molta fiducia…».