Ultim’ora: Steve Locher con i gigantisti azzurri

E Fabio Vierin va in Svizzera...

2
Steve Locher @Skionline.ch

AGGIORNAMENTO 12 APRILE – Ormai è cosa fatta. Steve Locher è il nuovo responsabile dei gigantisti italiani. Ha rilevato il posto di Raimund Plancker. Il coach elvetico è stato più volte avvistato in Via Piranesi a Milano, sede della Federazione Italiana Sport Invernali. Manca solo l’ufficializzazione da parte della FISI, ma come già raceskimagazine.it aveva annunciato da due settimane abbondanti, l’operazione è andata in porto.

Manca solo la firma: Steve Locher, già coach per una stagione della nazionale elvetica insieme a Matteo Joris, che fra l’altro ha prolungato di un anno il contratto con SwissSki, avrebbe optato per allenare il gruppo dei gigantisti azzurri. Il tecnico svizzero era in ballo fra la Francia, che ha proposto di seguire lo slalom, e l’ipotesi di far parte del progetto di Max Carca. Il responsabile dei gigantisti azzurri attuale Raimund Plancker passa invece nello staff tecnico dei discesiti.

VIERIN VA IN SVIZZERA – Intanto, sempre a proposito di Svizzera, Fabio Vierin sarà probabilmente lo skiman di Luca Aerni nel team di Joris, due valdostani insomma. Vierin nelle ultime stagioni è stato nel gruppo Coppa Europa italiano lo skiman di Henri Battilani, Emanuele Buzzi e Paolo Pangrazzi. La ‘allegra brigata di Prosch’ perde un pezzo da novanta…

2 COMMENTI

  1. Concordo con markusss..c’era proprio bisogni di andare fino in svizzera a prendere un allenatore? Ma poi andate a sentire l’intervista che ha pubblicato su Facebook. Dice di essere responsabile del gs e dello slalom in italia, quindi quindinquale è la sua vera posizione in italia? E se asciltate bene parla già del suo ritorno in svizzera..

  2. dunque… non sono contrario a prescindere al discorso degli stranieri. Tipo quelli che dicono che nel campionato di calcio dovrebbero giocare gli italiani. Nel 2016 chi è più bravo merita di lavorare, il mercato è globale. La domanda è: Locher ha conoscenze, carisma, connessione con la realtà in cui entra, bagaglio tecnico, proposte per tirare fuori dal guano il movimento delle discipline tecniche azzurre (o del gigante, che poi è dove siamo davvero carenti?). Io direi di no.

    Un conto la scelta di Ravetto che qualche anno fa ha portato Theolier, uno dei big indiscussi, per lo slalom. Qui andiamo a scommettere su uno che finora non è che abbia fatto chissà che…

    Non è che a Roda i tecnici di personalità danno fastidio? Meglio un soldatino svizzero….
    Ne vedremo delle belle…..