Sochi, alle 7 italiane via alla discesa femminile

Cinque azzurre in gara in Russia, si assegnano le prime medaglie nella rassegna iridata giovanile 2016. Nicol Delago difende il bronzo del 2015 in libera, con lei anche Galli, Zenere, Pirovano e la sorella Nadia

0
Gruppo azzurro a Sochi

Sabato 27 febbraio, alle 9 ora locale, le 7 del mattino in Italia, scatterà a Sochi la discesa libera femminile ai Mondiali juniores di Sochi 2016, con Nicol Delago, classe 1996, gardenese, che difende il bronzo conquistato un anno fa ad Hafjell 2015.

GARA – Pista non troppo lunga, neve ‘classica’ di Sochi, quindi piuttosto umida, trattata con sale date le temperature calde. Le previsioni sono buone. La pista di discesa donne è di fatto un mix tra la prima parte sul tracciato maschile dei Giochi 2014 e la seconda sul tracciato femminile, senza però il muro finale, quindi più corta e con arrivo posizionato più in alto.

FAVORITE – In prova la migliore è stata l’austriaca Reisinger, ma con salto di porta. Con lei si giocheranno il titolo Grenier, Scalvedi, Weidle, Johnson e Dengscherz per quello che si è visto in stagione, con tante outsider (soprattutto francesi). Ma le sorprese sono sempre all’ordine del giorno anche ai Mondiali giovanili. L’Italia punta forte su Nicol Delago, ma tutte possono fare bene. Con lei in gara la sorella Nadia, e poi Asja Zenere, Jole Galli, Laura Pirovano. Ricordiamo che il contingente massimo per ogni nazione è di sei atlete e purtroppo tra le azzurre non sarà al via Verena Gasslitter, sul podio quest’anno in stagione nel circuito continentale in una gara nella disciplina, perché impegnata con il Giuramento da Carabiniere a Roma. Nella giornata di venerdì 26 febbraio si è svolta la Cerimonia inaugurale della manifestazione con i 16 ‘azzurrini’ presenti.