Il coach Roberto Saracco, Hannes Zingerle e lo skiman Tiziano Vuerich

Esulta Hannes Zingerle, vincitore del gigante delle finali di Coppa Europa a Kranjska Gora sul Podkoren. Esulta ma con moderazione, pacatezza, consapevole di aver fatto qualcosa di grande ma che la strada verso i primi della classe è ancora lunga.

ECCO HANNES – A fine gara, dopo la premiazione, a riflettori spenti, ci fa sapere il ladino di La Ila classe 1995: «Sapevo che prima o poi questo momento sarebbe arrivato. Ci speravo, stavo sciando forte, avevo il colpo in canna. Non mi sono mai abbattuto nei momenti più difficili, ero consapevole che il lavoro paga, che questo giorno non era poi così lontano. E così è stato. Una vittoria molto importante, un traguardo è stato raggiunto. Tuttavia la strada è ancora lunga, voglio guardare avanti e crescere passo dopo passo come ho fatto fino ad oggi, senza strafare e tantomeno montarmi la testa. Un ringraziamento speciale alla mia famiglia e a mio fratello maggiore Alex che mi ha insegnato tanto. E poi allo staff tecnico del gruppo Coppa Europa che mi ha seguito, sostenuto, che insomma mi ha accompagnato verso questo successo». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.