Zinal, Sala rimonta al 4° posto: «Punto deciso anche al gigante»

Qualche segno di troppo ma soprattutto una visibilità piatta hanno rivoluzionato la seconda manche del gigante di Coppa Europa di Zinal. Peccato per Hannes Zingerle e Alex Hofer che erano rispettivamente secondo e terzo dopo la prima manche. Chi invece approfitta della situazione è Tommaso Sala: il brianzolo recupera ventidue posizioni e stacca il secondo tempo di manche. Un’iniezione di fiducia per Tommy dopo lo stop alla schiena. Dalla venticinquesima piazza fino alla vittoria ecco Brian McLaughlin: che impresa per lo statunitense. L’olandese Marten Meiners termina secondo a 14 centesimi, mentre sul gradino più basso del podio a due decimi troviamo l’austriaco Lukas Feurstein. Sala quarto appunto, con quattro decimi dalla testa della classifica. Quinto Patrick Feurstein e sesto lo svedese Matthias Roenngren che era in testa dopo la prima sessione.

GUARDA LA CLASSIFICA DEL GIGANTE DI ZINAL 

FRANZONI 11° – Giovanni Franzoni è 11° a poco meno di un secondo: gara comunque più che discreta per Gio, reduce due giorni fa del trionfo nel superG. Alex Hofer e Hannes Zingerle retrocedono dicevamo: terminano lontano dal vertice rispettivamente al 18° e 20° posto. Filippo Della Vite perde piazze dal momento che si pianta sul piano e chiude 27°. Nei 30 anche Alex Vinatzer 29°, appena fuori Pietro Canzio, 31°. In classifica 35° Luca Taranzano. Più attardato Tobias Kastlunger.

ECCO TOMMY – Ci fa sapere Sala: «Punto deciso anche al gigante, non solo slalom. Addirittura sono entrato in squadra azzurra con il gigante e la doppia disciplina è sempre stata nelle mie corde. Una bella rimonta, sono soddisfatto. Per fortuna adesso il mal di schiena è gestibile. Spero domani di mettermi ancora in mostra fra le porte larghe di Zinal. Coppa del Mondo? Sicuro in Val d’Isere farò lo slalom, per il resto vedremo».

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE