Yule brucia Kristoffersen e fa tripletta sul Canalone Miramonti! Sala 13°

CAMPIGLIO LIVE – Il Canalone Miramonti è un budello di ghiaccio dove i ragazzi danzano fra i pali. Il solito spettacolo per la 3Tre, lo slalom in notturna di Madonna di Campiglio. Una gara tiratissima, anche perchè il livello dei ragazzi delle porte strette è pazzesco. E se ci metti anche un pendio così esigente, la gara diventa una guerra all’ultimo centesimo. Ci aspettavamo il norvegese Lucas Braathen dopo una prima manche formidabile. Invece il vikingo dal sangue brasiliano rallenta il ritmo della samba e perde addirittura il podio: quarto a 9 centesimi. Risale fino alla vittoria Daniel Yule: parte a tutta l’elvetico che ama il pendio della Val Rendena.

Esulta Yule ©Agence Zoom

Divora i pali sciando in accelerazione e torna il fuoriclasse che tutti conosciamo. Lo svizzero allenato dal nostro Matteo Joris coglie sul Canalone la terza vittoria e in totale sono sette i centri in Coppa del Mondo. Sempre regolare il norvegese Henrik Kristoffersen: non esce dal podio, magico davvero. Attacca come un forsennato e si ferma a solo 8 centesimi dalla vittoria.

Il podio ©Agence Zoom

E poi in terza piazza Linus Strasser: molto bene il tedesco che chiude a 18 centesimi da Yule. Dicevamo Brrathen 4°, poi tantissima Austria. 5° Manuel Feller, 6° Marco Schwarz, 8° Fabio Gstrein e 9° Adrian Pertl. Lo svedese Kristoffersen Jakobsen è 7°.

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM DI MADONNA DI CAMPIGLIO

E i nostri? Italia non così avanti in questa magica notte. Due nella seconda manche qualificati. Certo, erano acciaccati Sala e Razzo, ma nel complesso dalla formazione di Simone Del Dio ci aspettiamo di più. Tommaso Sala, dolorante alla schiena e imbottito di antidolorifici, porta a casa comunque un buon 13° posto. E’ forte Tommy, lo aspettiamo per un gennaio da paura. E aspettiamo anche Giuliano Razzoli. L’ olimpionico aveva pochissimi giorni di allenamento a causa di un problema alla schiena che lo aveva obbligato a saltare il primo appuntamento di Val d’Isere: termina 18°.

Tommaso Sala ©Pentaphoto

Peccato poi per Simon Maurberger e Stefano Gross: gli azzurri non si qualificano per un niente e terminano 31° e 32° nella prima frazione. Anche Tobias Kastlunger non qualificato per la seconda run. Alex Vinatzer aveva inforcato. Out anche Federico Liberatore. 

 

 

Altre news

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestiere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...