Veneto, Visentin nel segno della discontinuità con il passato

«E’ ora di cambiare, innovare, alternare, promuovere una nuova classe dirigente in forza alla Fisi del Veneto. Io mi candido alla presidenza certo, ma è tutta la squadra che mi sostiene che si candida al cambiamento. E’ ora di aria nuova. Niente contro chi c’è stato fino ad oggi, ma è necessario iniziare a voltare pagina e a fare qualche cosa di diverso». Deciso, animato da un forte entusiasmo, dal coraggio, dalla voglia di cambiare: ecco Roberto Visentin, da sempre impegnato nello sci a Treviso e da due mandati presidente del Comitato provinciale. «Cambiare vuol dire nel caso del Veneto anche non centralizzare il sistema. C’è bisogno di delegare, coinvolgere maggiormente consiglio e base, tirare in mezzo il più possibile le società. I ruoli fondamentali della Fisi Veneta devono essere due. Il primo puntare ad essere rappresentati il più possibile nelle squadre nazionali giovanili, quindi supportare gli sci club e il mondo dell’agonismo di base in generale. Anche in una regione come il Veneto di forte tradizione per lo sci, i ragazzi sciano sempre meno. Addirittura la gente della montagna è più restia a fare agonismo rispetto a chi risiede in pianura. La mia sfida è stata una spinta da parte della base. Devo ringraziare, fra gli altri Vanni Ceccarello (Fisi Padova), Marta De Manicor (Venezia), Federica Monti (Belluno), Luca Lagnerini (Vicenza), Marco Castioni (Verona) e Paolo Pregnan (Rovigo) che mi sostengono in questa battaglia».

A Vittorio Veneto il 10 ottobre Visentin, 60 primavere ad ottobre e suocero dell’ex azzurro Andrea Ballerin che ha sposato sua figlia Giulia, sfiderà Nicola De Martin. «Onore a chi vincerà, ma votare De Martin significa sostenere Roberto Bortoluzzi che per oltre tre mandati è stato presidente. E’ il suo delfino principale, non vedo, anzi non vediamo, come possa svoltare Fisi Veneto se non darà un’opportunità alla nostra nuova squadra. A proposito, è presto fare nomi ma sicuramente abbiamo individuato nell’ex azzurra Giulia Gianesini una figura da valorizzare sul campo per portare il Veneto ad essere davvero un’eccellenza».

Altre news

Gli atleti Atomic ospiti nel ‘salotto buono’ di Altenmarkt

Tradizionale appuntamento pre-season con l'Atomic Media Day: atleti presenti nella sede di Altenmarkt, centinaia di giornalisti collegati da mezzo mondo per seguire le loro chiacchierate con Alexandra Meissnitzer. C’è Alex Vinatzer che racconta i test estivi con il nuovo materiale,...

Parte la Coppa del Mondo, cosa c’è di nuovo a livello regolamentare?

Nuova stagione alla porte, qualcosa di nuovo a livello regolamentare? Dall’ultima riunione di Zurigo sono arrivate le conferme di quello che era già stato deciso in primavera. Poche novità in realtà, la sensazione è quella che sia un po’ un...

L’ernia del disco ferma Justin Murisier: operato

Non inizia nel migliore dei modi la stagione di Justin Murisier, costretto a fermarsi per in intervento chirurgico. A darne notizia sono stati in prima battuta i media elvetici, prima che lo stesso sciatore publicasse un post dal letto...

Respinto il ricorso in appello sulla candidabilità di Flavio Roda. Adesso si attende la decisione del Coni

Il ricorso in appello presentato da Alessandro Falez, Angelo Dalpez e Stefano Maldifassi in merito alla sentenza sulla candidatura di Flavio Roda è stato respinto dal tribunale federale, confermando dunque la candidabilità dell’attuale presidente. Adesso sarà il collegio di...