«Per il momento solo parte bassa. Ho un tutore alla mano»

Terminato il riposo dopo la lunga trasferta di Ushuaia, Silvano Varettoni ha ripreso ad allenarsi. Il cadorino di Borca in forza al ‘dream team’ della velocità è tuttavia alla prese con la frattura ad un dito, il secondo metacarpo che si è procurato proprio negli ultimi giorni in Tierra del Fuego. Ma sentiamolo il ‘guerriero verde’: «Ora ho un tutore in plastica che a breve verrà sostituito con uno in carbonio. Per un mese abbondante sarò ancora alle prese con questa frattura. Così non posso lavorare sulla parte alta perchè non posso sollevare nulla, ma con le gambe il lavoro procede senza intoppi. In Argentina ho fatto un buon allenamento, anche con i materiali. Inoltre atleticamente mi sono concentrato parecchio sulla forza, infatti durante lo scorso inverno pativo il duro e a fine stagione ero anche un po’ sfibrato. Lake Louise? No problem».

COME INNERHOFER CON VIDOTTI – Intanto ‘Varetta’ si affiderà ad IdeEuropee di Andrea Vidotti, già ufficio stampa di Christof Innerhofer. «Sono contento di questa collaborazione, sarà utile anche per la ricerca di uno sponsor nuovo da mettere sul caso. E poi durante la stagione Vidotti mi sarà a fianco nei grandi appuntamenti», ha concluso il veneto.